Input your search keywords and press Enter.

Via Sparano parte il restyling

Il restyling di via Sparano mette la quarta e parte. Il progetto è stato redatto dal raggruppamento di professionisti guidati dall’architetto Guendalina Salimei ed è stato presentato stamattina  dal  sindaco Antonio Decaro, insieme all’assessore ai Lavori Pubblici Giuseppe Galasso e all’ingegner Claudio Laricchia, direttore del settore Mobilità e Traffico.  In questi giorni andrà in gara, con la previsione di aggiudicare i lavori entro l’autunno. I lavori interesseranno l’intera via Sparano, compreso il tratto che attraversa i giardini di piazza Umberto. Nella fase tra la progettazione definitiva e quella esecutiva, l’amministrazione ha scelto di accogliere, nei limiti del possibile, i suggerimenti e le proposte dei cittadini su alcuni dettagli dell’intervento, che sono stati inseriti nella nuova versione progettuale.

«Presentiamo oggi la gara di una delle quattro opere, annunciate all’inizio dell’anno, che cambieranno il volto della città. All’appalto dei lavori per via Sparano seguiranno le gare  del Parco della Rossani, per l’allargamento di via Amendola e la bonifica della ex Fibronit – spiega il sindaco Antonio Decaro -.Questa è la strada più importante della città e ha un doppio valore simbolico: è una strada prospettica, nel disegno di Murat era l’asse centrale che collegava la città nuova con il centro storico, ed è la strada del commercio, un tratto identitario della cultura barese e levantinismo nella sua accezione più nobile».

Ecco come sarà il "salotto liberty" di Via Sparano

Ecco come sarà il “salotto liberty” di Via Sparano

800 metri di negozi fanno di via Sparano una strada commerciale addirittura superiore a  via Montenapoleone.  Nel 1973 fu chiusa al traffico tra non poche polemiche dall’allora sindaco Nicola Vernola; da allora è rimasta pressoché identica, a parte la sostituzione del manto di asfalto con delle betonelle di asfalto. Ora i lavori rivoluzioneranno l’immagine tradizionale della via. Per salvaguardare la prospettiva visiva saranno rimosse le 24 palme esistenti, che saranno tutte ricollocate all’interno di aree verdi e giardini della città. Aumenteranno le fioriere che verranno sistemate in tutti gli incroci; previsti anche servizi aggiuntivi, con la predisposizione di cablaggi avanzati; l’inspessimento della pavimentazione in corrispondenza degli incroci dove passano le auto;  l’impianto di videosorveglianza sull’intera strada con telecamere installate all’altezza di tutti gli incroci così da poter poi estendere il sistema di via Sparano su tutte le traverse; un incremento delle sedute, con possibili sedute aggiuntive lungo tutto il percorso. La vera novità è però l’individuazione di 8 aree a tema, chiamate “Salotti”: ogni angolo ne avrà uno. Partendo da Piazza Moro avremo nell’ordine il Salotto della Musica, quello di Piazza Umberto I,  il Salotto letterario , quello Liberty quindi il Salotto del culto, quello della Moda e infine il salotto di Porta Vecchia, che si affaccia sull’ingresso alla Città Vecchia.

«Per l’appalto – dichiara l’assessore Galasso – abbiamo tenuto conto delle disposizioni del Nuovo testo unico degli appalti, prevedendo un appalto con migliorie che non solo recepiscono le indicazioni della Soprintendenza ma anche quelle che ci sono state suggerite nel corso degli incontri con associazioni di cittadini e con i commercianti».

I lavori dovrebbero durare circa 16 mesi ma potrebbero essere anche meno, se proposto dai soggetti che parteciperanno alla gara. L’importo complessivo dei lavori ammonta a 4milioni 607mila euro, di cui 4 milioni e 200mila rivenienti dal finanziamento ministeriale nell’ambito del Piano città e 400mila euro con risorse del bilancio comunale. E Galasso assicura: «Proprio perché siamo consapevoli che si tratta di un’opera molto attesa, in sede di gara, tra le migliorie, saranno valutate sia le riduzioni sul tempo contrattuale sia  quelle sul ribasso offerto sul prezzo di listino».

A questo link una rapida presentazione del progetto a cura dell’Ingegnere comunale Claudio Laricchia, responsabile del procedimento.

A questo link i vari rendering che anticipano come sarà via Sparano a lavori terminati

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *