Input your search keywords and press Enter.

Veronico premiato con l’Oscar dell’Ecoturismo

Venerdì 12 febbraio prossimo, il Parco Nazionale dell’Alta Murgia sarà insignito dell’Oscar dell’Ecoturismo, unica area protetta nazionale del Sud Italia.

Ritirea il premio il presidente del Parco Cesare Veronico, alla Bit, Borsa Internazionale del Turismo di Milano nel corso dell’evento “Turismo: L’Italia si fa Verde”. A veronico l’importante gratificazione per le attività intraprese, in particolare, per gli ambiziosi progetti di sviluppo e promozione delle ciclovie turistiche che attraversano il territorio del Parco.

Proprio venerdì 5 febbraio, Veronico, nel corso di un incontro con i sindaci e i rappresentanti istituzionali dei tredici dei Comuni del Parco Nazionale dell’Alta Murgia, ha illustrato il piano di 720 chilometri di ciclovie, una rete di percorsi già esistenti, realizzabile con un investimento inferiore ai 3milioni di euro, che riguarderà l’intero territorio dell’Alta Murgia.

«Il progetto delle ciclovie è stato donato al Parco dalle nostre associazioni – ha detto Veronico -. La rete andrà tracciata, messa in sicurezza, ripulita e promossa, senza interventi particolarmente impattanti. Una serie di percorsi che non hanno analoghi nelle aree protette italiane e faranno dell’Alta Murgia, una volta messi a sistema, il parco più bike friendly d’Italia attirando molti dei 44milioni di cicloturisti presenti oggi in Europa».

Il progetto prevede giornate di formazione per le aziende agricole che insistono sui percorsi e il 2 giugno è in programma la prima Matera – Castel del Monte: una pedalata tra due patrimoni UNESCO che attirerà appassionati di tutta Europa.

Nell’occasione sarà presentata la road map con i primi 400 chilometri già in rete e, nel weekend successivo saranno numerose le attività a pedali nell’intero territorio del Parco Nazionale dell’Alta Murgia.

Veronico ha manifestato l’intenzione di affidare i percorsi in “adozione” alle associazioni sportive che insistono sul Parco Nazionale dell’Alta Murgia e ne percorrono le vie. Durante l’incontro, il presidente ha presentato un’app che permette di segnalare con uno smartphone la presenza di rifiuti, incendi ed eventuali illegalità, con l’invio di foto e coordinate via gps.

La Regione Puglia ha fatto sapere che è sua intenzione investire sulle reti ciclabili extraurbane che uniscano i comuni tra loro e li colleghino coi beni culturali, a partire dalle ciclovie del Parco.

In merito alla gestione dei rifiuti, la Regione individuerà ogni soluzione percorribile per una defiscalizzazione delle imprese che operano nel Parco e per i comuni che si impegnino nella rimozione dei depositi selvaggi.

È stato quindi rivolto un invito ai sindaci affinché siano effettuati monitoraggi sulle imprese edili e sulle aziende responsabili dello smaltimento illegale di rifiuti, invocando l’attenzione di tutti i cittadini e le loro segnalazioni.

«Questo Oscar, in continuità con la Carta Europea per il Turismo Sostenibile ricevuta nel 2014 a Bruxelles – continua Veronico che ha accolto la notizia con grande soddisfazione – è un premio che non appartiene al nostro ente ma ai cittadini, le associazioni, le aziende del nostro Parco che sono parte attiva di un processo virtuoso che in pochi anni ha mutato la percezione del nostro territorio. Questo premio è un’ulteriore iniezione di fiducia per l’avvio dei nuovi progetti che abbiamo presentato soltanto poche ore fa a Ruvo di Puglia e che hanno visto una straordinaria partecipazione da parte dei sindaci dei tredici comuni, di decine di associazioni e di tantissime persone. Da una parte, il piano di 720 chilometri di ciclovie, dall’altra “Puliamo il parco 365 giorni l’anno”. Tutti hanno manifestato la loro volontà di cooperare e lavorare al nostro fianco. Condividiamo con tutti loro gli oneri e gli onori. L’Oscar è di tutti».

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *