Home La tua voce Verde pubblico a Bari, illustre sconosciuto

Verde pubblico a Bari, illustre sconosciuto

845
0
SHARE
verde pubblico a Bari
Bari, Piazza Umberto I

Non c’è attenzione al verde pubblico da parte dell’amministrazione comunale di Bari. La denuncia del delegato FAI di Bari Gianni Picella

Gianni Picella, componente della delegazione FAI di Bari, segretario dell’Associazione “In Difesa del Verde e dei Giardini Storici di Bari”, torna a parlare della questione del verde pubblico a Bari, poco valorizzato – è il senso del suo intervento  – nelle scelte urbanistiche dall’amministrazione comunale. Il Regolamento del Verde pubblico, che la Consulta all’Ambiente del Comune ha realizzato e che potrebbe venire applicato  in poco tempo, giace nei cassetti di qualche ufficio e non c’è traccia di una sua approvazione.

verde pubblico a Bari
Bari, Piazza Cesare Battisti

Un’altra questione al centro della riflessione di Gianni Picella riguarda la riconfigurazione del Giardino di Piazza Umberto, uno dei pochi giardini storici cittadini, che dovrebbe essere oggetto di attenzioni particolari.

LEGGI ANCHE: Verde a Bari: parliamone, ma seriamente

Verde pubblico a Bari, non possiamo aspettare ancora

Le faggete centenarie del Gargano e del Pollino, insieme alle opere di difesa di Venezia, sono riconsiderate dall’Unesco patrimonio dell’Umanita: natura  ed opera dell’uomo, perchè l’uomo possa tutelarli. A Bari non è così: la natura, il verde, sono considerati
di second’ordine. I nostri amministratori sanno fare strade, ponti, rotonde, piazze,
marciapiedi, rivoltano la città come un guanto, ma non hanno radici.
Hanno un’anima di cemento, purtroppo.

E’ un bel parlare di natura, di ambiente, in conferenze, mostre, circoli, proclami, promesse spiattellate ovunque. In maniera fortemente colpevole Bari si è adagiata e da tempo
sul non far niente, sul considerare l’aspetto naturalistico in città, appunto, di second’ordine, e persegue  su questa linea imperterrita e cieca, sorda anche a quello che continuamente ripete. I segnali delle varie associazioni, della stessa Consulta dell’Ambiente del Comune, attiva con un regolamento del verde, che giace disatteso negli uffici del Comune, cadono nel vuoto.

Verde pubblico a Piazza Umberto

Regolamento verde proposta Consulta 12 luglio2016

verde pubblico a Bari
Bari, Piazza Umberto I

Si progetta un restauro di piazza Umberto, custode di uno di quei pochi giardini storici, già segnalati in consesso europeo, da trattare col bisturi della cultura; e uno staff di
ingegneri e architetti parla di riqualificazione. Un giardino storico può essere riqualificato?Non vogliono conoscere le leggi  ed operano come se facessero strade massicce sulle tracce di cultura e storia. La cittadinanza non è d’accordo. Preferirebbe – e lo ha detto
più volte, in diversi contesti – un progetto come quello del paesaggista Antonio Perazzi, “Cedi la strada agli alberi”, ad Eboli.

Bari non può aspettare oltre; la gente non può vivere fra polveri e cemento, senza
il beneficio delle piante. Una vinca rosea fiorisce, malgrado l’insostenibilità dell’ambiente cittadino, fra le fessure di un asfalto degradato. E non dico dove.

 Grazie. Gianni Picella

Print Friendly, PDF & Email

LEAVE A REPLY