Vasto incendio a Maruggio, il bosco della “Cureggia” distrutto. Una taglia sui piromani

Chiusa la strada provinciale Maruggio-Manduria a causa di un grosso e gravissimo incendio, probabilmente di origine dolosa

Il bosco della Cureggia

La strada di collegamento tra Maruggio e Manduria è al momento chiusa a causa delle fiamme che stanno interessando le abitazioni vicine, il bellissimo bosco “Cureggia” in contrada Cazzizzi é bruciato, totalmente distrutto e molte case nelle vicinanze hanno riportato danni a causa degli incendi che si sono sviluppati.
Questo è un triste bilancio di inizio estate in Puglia, incendi probabilmente non dipesi dalle alte temperature di questo periodo, ma sicuramente aiutati dal gran caldo che sta facendo da padrone in questi giorni.

Non si parla di un focolaio ma di più focolai (forse cinque) che si sono sviluppati in vari punti del bosco e verso la città di Maruggio. Non sono stati facili i soccorsi, soprattutto per la parte che riguarda il bosco. Ormai però è tutto perduto.

Al  momento sembra che siano riusciti a domare le fiamme e a spegnere l’incendio, ma l’allerta resta alta perché la zona interessata é molto vasta. La strada non è stata riaperta al traffico e, passando solo a tre chilometri dal bosco si avverte un fortissimo odore di legna bruciata.

Una taglia di 5000 euro a chi aiuterà ad individuare i responsabili di questo incendio

L’associazione ambientalista «Azzurro Ionio» ha messo una taglia di 5mila euro a chi offrirà indicazioni certe per individuare gli autori degli incendi.
Mi rendo conto che la taglia è uno strumento da Far west, ma noi siamo nel Far West” commenta distrutto l’avvocato ambientalista Francesco di Lauro che non riesce a trattenere le lacrime, “ Se ci fossero i mezzi per vigilare non saremmo a questo punto. I vigili dei fuoco si stanno ammazzando di lavoro per cercare di spegnere questo incendio, non hanno un canadair fisso, impegnato forse in un altro incendio e intanto le fiamme avanzano. Solo un ritardo di due ore in un bosco che brucia sa cosa significa? Che il bosco viene distrutto, come purtroppo è accaduto. A noi non fa impazzire questa taglia, perché i cittadini dovrebbero denunciare a prescindere, sono consapevole che non sia uno strumento corretto ma almeno speriamo che ci aiuti a prendere i responsabili. Una cosa è certa: non sono incendi da auto combustione perché nel bosco c’è ombra”.
Ieri all’una c’erano le fiamme in quattro punti cardinali: quello verso Maruggio era il più grosso, gli altri erano nel bosco Cureggia.
Queste brave persone si sono inoltrati nel bosco per accendere questi incendi” dice ancora Di Lauro, “Tutto fa pensare che siano incendi dolosi, i parenti dei proprietari del bosco, in un post su Facebook, scrivono “i due incendi sono dolosi, lo so per certo. Spero che la magistratura voglia approfondire”.

Si attende che la situazione si normalizzi, anche se alcuni focolai sono stati accesi anche verso Avetrana e molti alberi di ulivo sono stati incendiati e i vigili del fuoco stanno facendo quasi l’impossibile per arginare le fiamme e contenere i danni.

Articoli correlati