Input your search keywords and press Enter.

Varato gruppo di lavoro per l’aumento disponibilità idrica

La Regione Puglia ha avviato la strategia per disporre di una maggiore quantità di acqua per il territorio regionale, costituendo un gruppo di lavoro tra Acquedotto pugliese, Autorità idrica pugliese, Autorità di bacino e Regione Puglia che entro un mese dovrà valutare le ipotesi di  nuove opere ed infrastrutture. L’équipe, a tal proposito, svolgerà un approfondimento su varie ipotesi per scegliere quella ritenuta prioritaria.

«Le ipotesi in esame – ha spiegato Fabiano Amati, assessore alle Opere pubbliche e Protezione civile della Regione Puglia – sono il recupero delle acque di falda dei Laghi Alimini, la realizzazione dell’impianto di dissalazione delle acque salmastre derivanti dal fiume Tara, interventi strutturali finalizzati al recupero della capacità inutilizzata degli invasi di Conza e del Locone ed opere di completamento della traversa sul fiume Sarmento. Tali ipotesi saranno valutate in termini di beneficio idrico e rispetto dei vincoli ambientali e requisiti qualitativi richiesti».

Il gruppo di lavoro avrà un mese di tempo per formulare la proposta che sarà oggetto di valutazione in un nuovo incontro tecnico già fissato per il prossimo 8 giugno.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *