Vaccinazioni, nuove sedi per Bari. E la Puglia apre ai turisti

vaccinazioni PalaVinci Brindisi

Dal 12 giugno Palacarrassi torna alla attività sportiva, seconde dosi al Palacarbonara. Superate le quote previste dal Commissario straordinario Figliuolo-Amati: “Di questo passo raggiungeremo l’obiettivo il 5 settembre”

 Sfiora ormai il 50 per cento la copertura vaccinale assicurata dalla ASL Bari, almeno con una dose, alla popolazione residente nel territorio provinciale e in particolare a Bari città, dove ha raggiunto il 52 per cento, percentuale che rapportata alla sola popolazione vaccinabile, escludendo quindi gli under 12, sale al 55 per cento su base provinciale e al 57 per il capoluogo. Il trend non si fermerà nemmeno con la riorganizzazione degli hub vaccinali. A partire da sabato 12 giugno, infatti,  il Palacarrassi a Bari tornerà alla attività sportiva, terminando dunque le procedure vaccinali. Il Palacarrassi è stata tra le strutture di punta della campagna vaccinale della ASL di Bari totalizzando infatti dall’apertura fino ad oggi 26.655 somministrazioni.

Le seconde dosi in appuntamento dal 4 aprile in poi sono state tutte spostate di sede al Palacarbonara che invece resta attivo fino al 31 luglio. Da martedì 15 giugno sarà invece operativo il centro vaccini nel quartiere Catino che avrà a disposizione per la fase di avvio 12 postazioni per medici e infermieri.

E’ quanto prevede il piano di riorganizzazione degli hub vaccinali della città di Bari. Il Dipartimento di prevenzione sta richiamando gli utenti per informarli dello spostamento delle seconde dosi e provvederà se è necessario a inviare sms per ricordare il cambio di sede. Resta invece invariata l’attività degli altri punti vaccino aziendali nel territorio provinciale.

Sì alle seconde dosi ai turisti fuori dalla regione di residenza

«Accogliamo con estrema soddisfazione l’apertura del Commissario straordinario Figliuolo che ci permette di essere flessibili e somministrare la seconda dose di vaccino a chi si trovasse a trascorrere fuori regione un periodo congruo che non abbia potuto permettere la pianificazione della vaccinazione nella ASL di residenza, attraverso un riequilibrio delle dosi da distribuire. Siamo stati fra i primi a sollevare questo tema essendo tanti i cittadini residenti fuori regione che hanno forti legami con la Puglia, magari perché di origine pugliese, e quindi sono abituati a trascorrere anche l’intero periodo delle vacanze nella nostra regione.

La cabina di regia è già al lavoro per trovare una soluzione semplice per questi cittadini che potranno pianificare e trascorrere così in Puglia le loro vacanze.

La percentuale dei pugliesi che hanno ricevuto almeno una dose è del 46,95%

Come di consueto, tutte le informazioni saranno presto disponibili sul sito lapugliativaccina». Lo dichiara l’assessore alla Sanità Pier Luigi Lopalco con riferimento alla nota diffusa oggi dal Commissario straordinario per l’emergenza Covid19 in merito alla somministrazione di vaccino anticovid a persone temporaneamente presenti in regioni o province autonome diverse da quelle di residenza.

 Il punto sulle vaccinazioni

La prenotazione del vaccino per le fasce d’età tra il 1997 e il 2001 partita ieri ha registrato un boom di adesioni. Dalle 14 (ora ddi aperrtur delle prenotazioni) alle 17.00 sono stati oltre 18mila i prenotati sui vari canali.

Venerdì 11 giugno alle 14.00 partirà quella per i nati tra il 2002 e il 2005. L’apertura degli slot di prenotazione sarà completata domenica 13 con i nati tra il 2006 e il 2009. Ci si può prenotare sul sito www.lapugliativaccina.regione.puglia.it, tramite il n. verde 800713991 (lun-sab 8.20) e nelle farmacie del sistema Farmacup.

Amati: “Immunità di popolazione il 5 settembre”

“Abbiamo recuperato altri tre giorni rispetto a ieri nel programma di raggiungimento dell’immunità di popolazione. Di questo passo, infatti, l’obiettivo sarà raggiunto il 5 settembre. Nel frattempo mi piacerebbe che ci organizzassimo al meglio per vaccinare tutti i ragazzi, così da avviare con tranquillità l’anno scolastico 2021-22”. Lo dichiara il presidente della commissione regionale bilancio e programmazione Fabiano Amati, commentando i dati aggiornati di ieri 9 giugno e pubblicati sul portale https://www.fabianoamati.it/covidreport

Ieri, martedì 08 giugno, sono state somministrate 36.417 dosi, con un auto medio di oltre5mila dosi per giorno Ad oggi sono state consegnate 2.837.585 dosi di vaccini, delle quali sono state somministrate 2.697.851. Risultano in giacenza 139.734 dosi.

Il punto sull’immunità

La percentuale dei pugliesi che hanno ricevuto almeno una dose è del 46,95% (nella classifica nazionale in posizione numero 6 e sopra la media nazionale del 45,78%) mentre il 21,29% ha ricevuto anche la seconda dose (nella classifica nazionale nella posizione numero 7 e sotto la media nazionale del 20,87%). Con questo andamento “raggiungeremo l’immunità, cioè l’80% della popolazione vaccinata che con due dosi, il 5 settembre 2021”.

Il punto sulla Puglia nel confronto con le altre regioni

La Puglia è in quarta posizione nella classifica generale nazionale: su 2.837.585 dosi consegnate, sono state somministrate 2.697.851, pari al 95,1%. La regione è la prima per fascia 70/79 (90,93%) nella prima somministrazione, settima rispetto alle altre regioni se si conteggia chi ha ricevuto la seconda dose(42,4%)

Nel periodo 3 giugno – 9 giugno 2021, in Puglia sono state somministrate 243.866 dosi, cioè 25.940 dosi in più rispetto all’obiettivo fissato di 231.941.

Vaccini anticovid: la situazione nelle altre ASL

ASL Brindisi

Sono circa 50.000, finora, le somministrazioni dei medici di medicina generale che sono impegnati nelle seconde dosi.

Oggi, giovedì, i medici di famiglia somministreranno un migliaio di dosi e altrettante sono in programma venerdì, mentre sabato sono in calendario circa 2.000 vaccinazioni. Tra il 16 e il 18 giugno i medici di medicina generale concluderanno tutti i richiami per arrivare a un numero complessivo di 80.000 dosi somministrate.

ASL BT

 Supera il 45 per cento la percentuale di cittadini della provincia Bat che hanno già ricevuto la prima dose di vaccino. Intanto oggi nuova giornata di anticipi di vaccino Astrazeneca: a Bisceglie dalle 9  alle 14 saranno vaccinati i cittadini che hanno ricevuto la prima dose il 14 aprile mentre a Trani dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18 saranno vaccinati i cittadini che hanno ricevuto la prima dose il 15 aprile.

 

Articoli correlati