Vaccinazioni, Bari sfonda il tetto del milione di dosi

fiera del levante_1_milione_vaccini

La Puglia recupera lo stop della somministrazione di vaccini del 24 giugno. ASL Bari: nelle ultime 24 ore, 17.240 somministrazioni

Sono 3.346.816 le dosi di vaccino anticovid somministrate fino alle 17 in Puglia, pari al 90.4% di quelle consegnate dal Commissario nazionale per l’emergenza. Più nel dettaglio, nella ASL Brindisi, finora sono state somministrate 321.865 dosi di vaccino, di cui 228.092 prime dosi e 93.773 seconde dosi, con una media di 1.818,9 dosi per giornata di vaccinazione. Il 66,1% delle prime dosi somministrate è rappresentato da Pfizer, il 19,3%  da AstraZeneca, il 10,1% da Moderna e il 4,6% da Janssen (Johnson & Johnson).

618.317 invece le dosi di vaccino somministrate finora a cittadini residenti in ASL Lecce, di cui 390.346 prime dosi, 207.182 seconde dosi e 20.789 monodose, mentre sono 509.842 le dosi somministrate complessivamente in provincia di Foggia dall’avvio della campagna vaccinale. La percentuale delle persone che hanno ricevuto almeno una dose sale al 55,6%; raggiunge il 28,4%, invece, la percentuale della popolazione che ha concluso il ciclo vaccinale. Nella ASL Taranto dall’inizio della campagna vaccinale sono state somministrate, in totale, quasi 480mila dosi di vaccino. Rispetto a questo dato, 170mila cittadini hanno completato il ciclo vaccinale. Somministrazione record nell’ASL Bari, dove è stata superata quota 1 milione.

ASL Bari, numeri da record

ASL Bari ha superato il milione di vaccini somministrati. Un obiettivo raggiunto anche in una giornata da record per la campagna vaccinale dell’azienda sanitaria che nelle ultime 24 ore ha registrato 17.240 somministrazioni in un solo giorno.

1 milione di vaccini asl bariCirca 2mila le unità di personale, tra medici, assistenti sanitari e infermieri impegnati nelle operazioni vaccinali e amministrativi e tecnici dediti all’inserimento dei dati, sempre con il sostegno di tantissimi volontari e della Protezione Civile. Più di 40 i centri vaccinali di popolazione e territoriali inseriti nella rete coordinata dal Nucleo Operativo Aziendale vaccini.  Mille i medici di medicina generale e pediatri di libera scelta che hanno effettuato in studio, a domicilio o sedi della ASL, oltre 215mila somministrazioni rappresentando una parte rilevante della capacità vaccinale messa in campo: grazie al loro forte impegno la ASL ha potuto raggiungere le persone dappertutto.

Oltre 300 i punti di somministrazioni complessivi in cui sono state effettuate iniezioni di vaccino: ospedali, distretti, ambulatori, residenze sanitarie e socio-sanitarie per anziani e disabili, caserme, scuole, istituti di pena, centri di riabilitazione, hub interaziendali, comunità alloggio, case-famiglia, case di cura, centri diurni, studi medici.  Considerando, inoltre, anche gli altri Enti sanitari pubblici e privati convenzionati, il computo totale delle vaccinazioni eseguite sul territorio provinciale supera quota 1 milione e 92mila.

Con percentuali di copertura che registrano alti livelli rispetto alla popolazione vaccinabile, dai 12 anni in su: il 66% dei residenti ha ricevuto almeno una dose (67% nella città di Bari), mentre il 31 per cento ha completato il ciclo di immunizzazione. Numeri  ancora più evidenti tra le fasce d’età più elevate e maggiormente a rischio, raggiunte per prime dalla somministrazione del vaccino: il 93% degli ultraottantenni e il 94% dei settantenni ha ricevuto almeno una dose; così come l’89% dei sessantenni e l’82 degli over 50. Anche tra i più giovani, infine, il vaccino sta avanzando: il 41% dei trentenni ha fatto la prima dose, al pari del 31% dei ventenni e del 19% dei giovanissimi tra i 12 e 19 anni.

Articoli correlati