Vacanze di Pasqua… l’auto è pronta per il viaggio?

La metà degli italiani non controlla la propria auto prima di metterla in moto, anche se questo aumenta del 50% le probabilità di un guasto

 

Molti italiani sono pronti a partire per le vacanze pasquali. Chi decide di muoversi cono l’auto deve però fare dei controlli. Non effettuare un controllo preventivo del proprio veicolo può far sì che le vacanze non inizino nel modo migliore e sperato. Secondo i dati forniti da parclick.it, la principale società di autonoleggio in Europa con oltre un milione di utenti attivi, più della metà degli italiani non controlla il proprio veicolo prima di partire, anche se il non farlo aumenta del 50% la probabilità di un guasto.

Ecco perché gli esperti di Parclick.it vogliono elencare quali sono i controlli da fare per evitare di rovinarsi la vacanza per mancanza di prudenza:

  1. Livello dei liquidi

Foto di Davgood Kirshot da Pixabay

I liquidi sono essenziali per il corretto funzionamento del veicolo, quindi una delle cose principali da fare prima di partire è controllare che i livelli siano corretti. I liquidi da controllare sono: quello dei freni, che garantisce il corretto funzionamento delle pastiglie, delle pinze, dei tubi e del pedale dei freni, e l’olio, poiché un olio molto bruciato che circola nel motore per molti chilometri potrebbe portare a un grave guasto. È normale cambiare l’olio ogni 15.000 o 20.000 chilometri, oppure ogni anno.

È necessario controllare anche il liquido dello sterzo, indispensabile perché le ruote rispondano alla rotazione del volante, che va cambiato ogni 100.000 chilometri circa, e il liquido di raffreddamento o antigelo, molto importante nelle giornate fredde perché ha la funzione di evitare il congelamento dovuto alle basse temperature. Ma è ancora più importante nelle giornate calde, perché ha la funzione di raffreddare il motore e di controllarne la temperatura, evitando che si surriscaldi. Infine, non bisogna dimenticare il liquido lavavetri, che deve funzionare perfettamente. È consigliabile pulire anche le spazzole dei tergicristalli con lo stesso liquido e con un panno.

  1. Controllare lo stato degli pneumatici

Mantenere la corretta pressione degli pneumatici

Controllare lo stato degli pneumatici prima di partire può evitare una foratura e garantire una maggiore stabilità del veicolo. È importante verificare che la pressione sia corretta in base alle specifiche del modello di auto, che possono variare a seconda del numero di passeggeri e bagagli. Questa misurazione può essere effettuata con un manometro presso una stazione di servizio, ma sempre a pneumatici freddi.

Bisogna anche verificare che gli pneumatici non abbiano raggiunto il livello massimo di usura, anch’esso specificato da ciascun modello di auto; a tal fine, la profondità del battistrada non deve essere inferiore a 1,6 mm e bisogna osservare se ci sono irregolarità o danni di qualsiasi tipo come tagli, crepe o deformazioni. Va ricordato che gli pneumatici devono essere sostituiti ogni 50.000 km circa. Inoltre, è consigliabile avere con sé una ruota di scorta per eventuali problemi.

  1. Assicurarsi che le pasticche dei freni non siano usurate

Un altro componente fondamentale per la sicurezza in auto sono i freni. Anche se può sembrare che il proprio veicolo freni correttamente in città (dove si guida a velocità inferiori), è consigliabile controllare lo stato delle pastiglie dei freni, poiché, se sono usurate, a velocità più elevate durante i viaggi su strada possono perdere la loro efficienza frenante.

  1. Controllare la batteria

FOTO ARCHIVIO – Foto di Bruce Emmerling da Pixabay

Tre incidenti stradali su dieci sono dovuti a guasti alla batteria. Di solito è difficile individuarli prima che si verifichino, quindi è consigliabile rivolgersi a un’officina specializzata per far controllare la batteria. Tuttavia, si può verificare che i terminali non siano solfatati o ossidati e che i cavi siano perfettamente fissati, poiché possono allentarsi a causa delle vibrazioni.

  1. Controllare il funzionamento delle luci

Indipendentemente dall’ora del giorno o della notte, le luci sono necessarie per una buona visibilità degli altri veicoli e per essere visti. Non costa nulla controllare le sei luci del sistema d’illuminazione del veicolo (anabbaglianti, abbaglianti, di posizione, fendinebbia, retromarcia e indicatori di direzione) e verificare che siano all’altezza giusta o che nessuna di esse sia bruciata.

  1. Non dimenticare gli ausili d’emergenza

Infine, in Italia è obbligatorio avere sempre nel bagagliaio un gilet catarifrangente e un triangolo d’emergenza per poter segnalare in caso di incidente. È bene portare con sé anche un kit di pronto soccorso o il nuovo segnale luminoso V16 (con o senza geolocalizzazione). Se si viaggia all’estero, è sempre bene verificare quali sono le dotazioni obbligatorie in altri Paesi.

Articoli correlati