Input your search keywords and press Enter.

Un’occasione per conoscere il territorio in “ecometrò”

Conversano è il comune capofila del progetto "Mari tra le Mura", promosso anche da Mola di Bari, Polignano a Mare e Rutigliano

Dall’estate prossima i turisti potranno conoscere le bellezze storiche ed ambientali del territorio di Conversano, Mola di Bari, Polignano a mare e Rutigliano a bordo di veicoli rigorosamente ecologici. E’ il risultato del Progetto SAC (Sistema Ambientale e Culturale) “Mari tra le mura: nel blu dipinto di Puglia”, classificatosi primo nella graduatoria tra i 18 progetti pervenuti alla Regione Puglia. L’obiettivo è molteplice, perchè punta non solo a promuovere il sistema di beni ambientali e culturali del territorio attraverso una fruizione lenta, coordinata e sostenibile, connessioni capillari e servizi tecnologici innovativi, ma anche a  favorire la destagionalizzazione dei flussi di visitatori. Il progetto è, appunto, promosso dai Comuni di Conversano (capofila), Mola di Bari, Polignano a Mare e Rutigliano. Secondo Carlo Gungolo, vice sindaco ed assessore alla mobilità sostenibile e lavori pubblici del Comune di Conversano «non solo è un’attenzione all’ambiente, alla cultura del territorio ed alle infrastrutture, ma anche un momento che premia la sinergia tra enti ed istituzioni. La storia, il turismo e l’ambiente di questi quattro comuni, se messi in rete, possono rappresentare un volano per lo sviluppo di questo territorio». Il finanziamento europeo complessivo ammonta a 1,9 milioni di euro.

Il progetto "Mari tra le Mura" consta di due interventi: "Contemporaneamente" ed "Ecometrò"

Due iniziative da seguire – Le “bandiere” che sventoleranno, in particolare, si chiamano “Contemporaneamente” ed “Ecometrò”. Nel primo caso l’operazione di sviluppo sostenibile e valorizzazione territoriale prevede la creazione di un circuito di residenze d’artisti italiani e stranieri ed officine artistiche, ateliers aperti anche al pubblico ed allocati all’interno di beni culturali di pregio. Molte sono le attività e gli eventi che s’intendono realizzare, dagli workshow degli artistar di fama internazionale, alle iniziative di land art e performance artistiche diffuse nell’ambiente naturale. Quest’azione intende “agganciare” due risorse: il paesaggio con i suoi tradizionali beni culturali ed ambientali ed i giovani artisti contemporanei che dall’estero vorranno giungere in Puglia.

Sono 10 i percorsi previsti e percorribili anche con biciclette noleggiabili attraverso una card personalizzata con codice a barre e gestita da un software che contiene i dati del servizio richiesto

Bici slow (ma non solo) – Quest’iniziativa s’inserisce nel secondo intervento (“Ecometrò”) che riguarda la mobilità turistica sostenibile lenta, costituita da dieci linee percorribili in bicicletta, risciò a pedali ed a traino, cavallo, barca e snorkeling. Si potrà scoprire il territorio utilizzando la linea arancio (beni architettonici monumentali), oppure quelle gialla (enogastronomica artigianato), viola (fede e religione), marrone (musei ed aree archeologiche), verde (natura ed ambiente) ed azzurra (residenze artistiche). La linea bianca è priva di barriere architettoniche fruibili con il servizio navetta (è l’ “Intercity Bus”). Completano l’itinerario i collegamenti rosso e blu. I mezzi sostenibili potranno essere noleggiati attraverso una card personalizzata con codice a barre e gestita da un software che contiene i dati del servizio richiesto. Saranno possibili servizi giornalieri ed abbonamenti settimanali e mensili.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *