Input your search keywords and press Enter.

Una tazzina di caffè salva l’ambiente

Da una recente rilevazione condotta da Eurisko Gfk e presentata a Roma in occasione del 7° Rapporto MOPAmbiente, è emerso che gli italiani sono sempre più sensibili alle tematiche ambientali  e stanno dimostrando un forte impegno verso la sostenibilità. Tuttavia si potrebbe fare di più. Per esempio, bastano piccoli gesti per eliminare gli sprechi, anche in ufficio, dove chi ci lavora passa la maggior parte della giornata. PIXmania-PRO, il più grande negozio online di elettronica di consumo in Europa, suggerisce dieci semplici accorgimenti da mettere in pratica in ufficio – ma qualcuno val bene seguirlo anche a casa -, al fine di diminuire gli sprechi e l’inquinamento e risparmiare sui costi delle bollette; e dedica anche uno spazio sul proprio sito alla selezione dei migliori prodotti green, in modo tale che ognuno di noi potrà dare il proprio contributo per difendere l’ambiente.

Due bicchieri per il caffè al giorno equivalgono a un consumo di 1,6 litri di petrolio annuo procapite

Eliminare i bicchieri di plastica  I bicchieri di plastica sono composti per la maggior parte di petrolio, una risorsa altamente inquinante e pericolosa per l’ambiente. L’unico vantaggio può essere ottenuto dal loro riciclo: una tonnellata di plastica riciclata consente un risparmio di circa 2500 litri di petrolio. Se siete abituati a bere almeno due tazze di caffè al giorno, in un anno ne consumate una quantità pari a 1,6 litri di petrolio procapite. Calcolate un po’ voi quanti milioni di bevitori di caffè ci sono al mondo, per avere una stima del petrolio utilizzato per fabbricare solo bicchierini di plastica. Eliminate i bicchieri di plastica e tornate alle buone abitudini, come il buon Alberto Sordi insegna (vedi foto di copertina), della tazzina di ceramica.

Ridurre gli spostamenti inutili  È semplice muoversi senza inquinare; i più giovani oppure i più attivi possono usare la bici, i roller, lo scooter o lo skateboard. Gli altri, invece, possono fare uso del carsharing, cioè condividere l’auto con i colleghi di lavoro, oppure utilizzare “trasporti sostenibili” che rispettano l’ambiente; chi può, invece, potrebbe spostarsi a piedi, che aiuta anche a mantenere la forma fisica. Ancora un suggerimento: optate per i meeting virtuali.  Su PIXmania-PRO sono disponibili tutti gli strumenti per effettuare la vostra conference-call in maniera ottimale.

Dotarsi di materiali ecologici e a basso consumo energetico  Acquistate per la vostra azienda ma anche per la vostra casa oggetti ecologici. Per esempio, installate nei vostri computer hard disk che ne permettono di aumentare la capacità di archiviazione; risparmiate sulla carta e allo stesso tempo di riduce il consumo energetico. Darete un contributo alla riduzione dell’impatto sull’ambiente.

Spegnere le luci nelle stanze vuote  Più semplice a dirsi che a farsi, spegnete le luci quando non sono strettamente necessarie, vuol dire collaborare alla riduzione del riscaldamento globale e dell’effetto serra.

Spegnere i dispositivi elettronici  Abituatevi a spegnere il computer, la stampante o lo scanner quando lasciate l’ufficio oppure quando non vi servono se siete a casa. L’energia consumata dall’insieme di questi dispositivi può raggiungere i 300 kWh l’anno, che corrispondono al 10% del consumo totale.

Le lampadine a basso consumo durano dieci volte di più e consumano cinque volte meno di quelle tradizionali

Scegliere lampade a basso consumo  Equivalgono a quelle tradizionali ma hanno una durata dieci volte superiore e un consumo cinque volte più ridotto. E alla fine del loro ciclo non getta tele ma riponetele in un apposito bidone affinché siano correttamente riciclate.

Seguire i tre consigli precedenti anche a casa, inoltre, vi farà risparmiare sulla bolletta dell’elettricità.

Scegliere il marketing online  Internet consente oramai di diffondere le informazioni su vasta scala e di mantenere i contatti con una grande quantità di persone, riducendo così i costi di carta e inchiostro. Stampare fogli inutili contribuisce alla distruzione di 13-15 milioni di ettari di foreste, soprattutto in Africa e Sudamerica. Se proprio non potete farne a meno, per evitare lo spreco di carta, stampate fronte-retro o più pagine per foglio; non dimenticate, inoltre, di riciclare il toner della stampante e i fogli che non vi servono più.

Con un rubinetto per il risparmio idrico, si risparmiano 10 litri d’acqua al minuto

Non lasciare scorrere l’acqua  Quando vi lavate le mani e soprattutto i denti, evitate di lasciare i rubinetti aperti, prima di risciacquare. Un terzo della popolazione mondiale non ha acqua pulita da bere. Un rubinetto consuma in media 16 litri di acqua al minuto; se si ricorre a un rubinetto per il risparmio idrico, si evita uno spreco di 10 litri d’acqua al minuto. Averne uno, poi, aiuta anche a ridurre i costi sulla bolletta dell’acqua.

Eseguire la raccolta differenziata dei rifiuti  Secondo le statistiche, ogni italiano produce ogni giorno circa 1,5 Kg di rifiuti. Smaltirli correttamente ci consente di riciclare molti materiali, riducendo, così, lo spreco di risorse naturali e il volume degli scarti in discarica. In azienda ma sarebbe buona pratica farlo anche a casa, utilizzate quattro contenitori di colore diverso per differenziare i rifiuti e stampate una guida per suggerire a ciascun dipendente come effettuare correttamente lo smaltimento.

L’ultimo suggerimento è di mettere in pratica almeno uno di questi accorgimenti, in modo che ognuno di noi possa dare il suo piccolo grande contributo per difendere l’ambiente e ridurre gli sprechi.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *