Input your search keywords and press Enter.

Una settimana di eventi alla Sapienza

Quella entrante sarà, per l’Università La Sapienza di Roma, una settimana ricchissima di eventi dedicati al mondo della ricerca e della sostenibilità.
Le danze saranno aperte mercoledì 4 maggio alle 10,30, in via Eudossiana, si terrà “Ingegneria R&D. La ricerca vista da vicino“, la giornata promossa dalle Facoltà di Ingegneria della Sapienza per presentare le attività di ricerca più originali e innovative. Durante questo evento saranno illustrati i risultati scientifici dei dipartimenti di Ingegneria astronautica elettrica ed energetica, Ingegneria informatica automatica e gestionale Antonio Ruberti, Ingegneria chimica materiali e ambiente, Ingegneria meccanica e aerospaziale, Ingegneria civile edile ambientale, Ingegneria strutturale e geotecnica, Ingegneria dell’informazione elettronica e telecomunicazioni, Scienze di base e applicate per l’Ingegneria. Nel chiostro di San Pietro in vincoli saranno inoltre presenti stand con le attività dimostrative, mentre nell’aula del chiostro si alterneranno diverse presentazioni: attività di ricerca più innovative ed originali, trasferimento tecnologico, incubatori d’impresa, brevetti, spin-off, start-up.

Mercoledì 4 maggiosi terrà la giornata “Ingegneria R&D. La ricerca vista da vicino”

Alle 17,00 dello stesso giorno, presso la Facoltà di Lettere e filosofia, si terrà invece la settima lezione del XXVI corso universitario multidisciplinare di educazione ai diritti (Cumed) “Le Nuove sfide globali: tutela dei diritti dei bambini e degli adolescenti e obiettivi per lo sviluppo sostenibile”. L’incontro, dal titolo “La nuova Agenda globale: Il ruolo della Cooperazione internazionale nel perseguimento degli obiettivi per lo sviluppo sostenibile“, vuole focalizzarsi sui 17 nuovi obiettivi denominati “Sustainable Developments Goals“, per realizzare entro il 2030 una serie di interventi contro la povertà estrema, la fame e le disuguaglianze; la comunità internazionale si prefigge, infatti, di garantire l’accesso a un’istruzione di qualità e di raggiungere la parità di genere, eliminando discriminazioni e ogni forma di violenza sulle donne.

Il giorno seguente (5 maggio), presso la facoltà di Architettura, Kázmér Kovacs dell’Università di Bucarest terrà la seconda conferenza del ciclo “The Landscape – a Matter of Limits” promossa nell’ambito del seminario “Dialoghi intra architettura. Dialogo quarto. Il (con)fine dell’estetica dell’espressione architettonica contemporanea“. A introdurre sarà Massimo de Vico Fallani della scuola di Specializzazione in beni architettonici e del paesaggio della Sapienza.

Sabato 7 maggio, presso il centro sociale Astra 19, si terrà infine la giornata di studi “Città immaginate. Riuso, sperimentazioni e nuove forme dell’abitare“, organizzato dal dottorato in Ingegneria dell’architettura e dell’urbanistica della Sapienza, in collaborazione con LabPuzzle e Csa Astra19. L’incontro propone un confronto su sperimentazioni abitative, welfare urbano, salvaguardia e riuso del patrimonio pubblico. Parteciperanno esperti del settore e docenti provenienti dalle università Sapienza, Roma Tre e Sassari. L’iniziativa si inserisce nell’ambito del ciclo di appuntamenti “Città immaginate“.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *