Input your search keywords and press Enter.

Una petizione pro Corti d’Appello

Il senatore Dario Stefàno

Il senatore Dario Stefàno

Il senatore Dario Stefàno si è fatto promotore di una petizione contro la soppressione di numerose sedi di Corte d’Appello. Ecco le motivazioni dell’iniziativa nelle parole stesse del sen. Stefàno.

«Numerose testate giornalistiche, in riferimento al piano di riordino della geografia giudiziaria del nostro Paese, hanno riportato la notizia del rischio di un accentramento delle sedi e delle funzioni delle Corti d’Appello. All’orizzonte sembrerebbe prendere forma l’ipotesi di una sola sede nei soli capoluoghi di Regione. Un riordino giustificato dai tagli alla spesa pubblica che però andrebbe a provocare gravi riflessi di diverso ordine e grado, generando nei territori un effetto domino i cui esiti non risultano facilmente prevedibili.

Si paventa il rischio, dunque, di sdoganare per legge un differente e differenziato accesso al ricorso in Appello tra i cittadini della nostra comunità, con evidenti discriminazioni fra un cittadino di Bari e un cittadino di Lecce e provincia o delle altre province. Basti immaginare quanti chilometri dovrebbe percorrere chi vive in un comune così lontano – come può essere ad esempio Castrignano del Capo – per raggiungere, da cittadino o da avvocato, la nuova e unica sede prevista a Bari. Io credo che l’accesso al diritto universale alla difesa debba continuare a essere garantito senza distinzioni geografiche e che, dunque, le sedi delle Corti d’Appello non debbano essere soppresse. 

Ma c’è di più. Considerato che la sede di Corte d’Appello è riferimento istituzionale per tutta una serie di uffici distrettuali, rischieremmo di aprire lo scenario a una prospettiva di “chiusure a cascata” che investirebbero inevitabilmente altri uffici e altre funzioni, a cominciare dalla DDA.

Ho già rivolto un appello al Presidente della Repubblica quale custode supremo e voce della Costituzione, affinché possa scongiurare che si renda negoziabile o riducibile il diritto universale di accesso a una declinazione della giustizia. 

Nel contempo, per rendere ancora più efficace la voce che parte dalla Puglia, ho avviato una petizione on line, rivolta al Ministro della Giustizia, affinché la spending review non vada a minare il diritto universale alla giustizia e l’accesso ad essa, che chiedo di sottoscrivere».

Di seguito, il link al sito Change.org per sottoscrivere la petizione.  https://www.change.org/p/ministro-della-giustizia-no-alla-soppressione-delle-corti-d-appello?recruiter=39735400&utm_source=share_for_starters&utm%20_medium=copyLink

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *