Input your search keywords and press Enter.

Una petizione delle regioni adriatiche in difesa del mare

Un percorso legislativo comune a tutte le regioni adriatiche, teso a vietare la ricerca e coltivazione di idrocarburi in mare. Una delibera approvata dalla Regione Veneto nella seduta consiliare del 1° agosto scorso è stata trasmessa per competenza ai presidenti dei Consigli Regionali di Puglia, Molise, Abruzzo, Marche, Emilia-Romagna e Friuli Venezia Giulia, perché si faccia fronte comune.
Più di una multinazionale del petrolio, tra cui la Petroceltic Elsa, hanno presentato richiesta per eseguire altre prospezioni subacquee e nelle immediate vicinanze delle Isole Tremiti sono già attive piattaforme per l’estrazione di petrolio, oltre che al largo della costa molisana (Nella foto, una delle navi oceanografiche della Northern Petroleum utilizzate per le ispezioni sottomarine nel basso Adriatico).

Contrarie a ogni forma di ricerca e ancorché di trivellazione, associazioni ambientaliste e forze sociali, operatori turistici e amministrazioni locali e tra queste la Regione Puglia si è spesa più di tutte, si sono già mobilitate in difesa dell’eco-sistema marino e della costa pugliese ma, ne siamo sicuri, una mobilitazione “adriatica” aumenterebbe l’eco della protesta in difesa del nostro mare, della salute e di migliaia di posti di lavoro.

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *