Una casa a emissioni zero

Vivere in una casa a emissioni zero, energeticamente sostenibile e rispettosa dell’ambiente è il sogno di tutti gli ambientalisti, ma anche di tutte quelle persone attente agli sprechi energetici e sensibili alle tematiche del degrado ambientale causato dai gas serra. Ma come misurare il consumo energetico di un edificio e, di conseguenza, il suo impatto sull’ambiente? È per rispondere a questa domanda che nel 2002 è nato lo standard CasaClima (in tedesco KlimaHaus), ideato da Norbert Lantschner, ex direttore dell’ufficio “Aria e Rumore” del Dipartimento all’Urbanistica, Ambiente ed Energia della provincia di Bolzano, in ottemperanza alla Direttiva 2002/91/CE del Parlamento Europeo che, in linea con le priorità fissate dal protocollo di Kyoto, tratta la questione della certificazione energetica degli edifici.  

CasaClima a Montelupo Fiorentino

Si tratta di un certificato di sostenibilità energetica applicabile sia alle nuove costruzioni che alla ristrutturazione di vecchi immobili, con l’obiettivo di garantire comfort abitativo e qualità della vita e coniugare, in tal modo, il benessere con il risparmio energetico e con il rispetto dell’ambiente. Ad attribuire questo attestato di sostenibilità energetica, a partire dal 2005 è l’Agenzia CasaClima, un organo certificatore pubblico indipendente, accreditato come ente certificatore dalla Provincia di Bolzano, subito affiancato negli anni successivi da altre Agenzie Provinciali, tra cui l’AFE (Agenzia Provinciale per l’Energia di Firenze) e l’APE (Agenzia Provinciale per l’Energia di Udine), egualmente impegnate nell’applicazione a livello locale dello standard CasaClima e nell’attribuzione della relativa targhetta CasaClima agli edifici che rientrano nei parametri previsti. 

La provincia di Bolzano è all'avanguardia nell'applicazione degli standard di CsasaClima
CasaClima Merano

 

 

 

 

 

 

 

Ciò che permette di definire una “CasaClima” é il fabbisogno energetico dell’edificio che si può calcolare con un pratico sistema di calcolo, identificando tre diverse categorie di edifici “energeticamente sostenibili”: 

CasaClima Oro, con un fabbisogno energetico inferiore di 10 Kwh/m² all’anno, il che significa che per ogni m² necessità di 1 litro di gasolio o di 1 m³ di gas all’anno;

CasaClima A, con un fabbisogno energetico inferiore di 30 Kwh/m² all’anno, ovvero che richiede 3 litri di gasolio o 3 m³ di gas per m² all’anno;  

CasaClima B, con un fabbisogno energetico inferiore di 50 Kwh/m² all’anno, in quanto il consumo energetico comporta l’uso di 5 litri di gasolio o 5 m³ di gas per m² all’anno.  

Le categorie per ottenere la certificazione CasaClima

Caratteristiche essenziali di una CasaClima sono, dunque, un alto grado di isolamento termico della superficie esterna, una struttura compatta per ridurre al minimo la dispersione del calore, finestre altamente isolanti, un’impiantistica ottimale e la presenza di pannelli solari, ma anche una notevole qualità architettonica e un elevato comfort abitativo. Proprio per la sua provata efficacia e per la capacità di coniugare un alto risparmio energetico con un modo di abitare sano e sostenibile, il modello di certificazione energetica CasaClima è in continua espansione e sta facendo scuola, non solo in Italia, ma anche in Austria e in Germania dove sono state rilasciate le prime certificazioni energetiche.  

Proprio per la sua provata efficacia e per la capacità di coniugare un alto risparmio energetico con un modo di abitare sano e sostenibile, il modello di certificazione energetica CasaClima è in continua espansione e sta facendo scuola, non solo in Italia, ma anche in Austria e in Germania dove sono state rilasciate le prime certificazioni energetiche.  

Nel nostro Paese il tema dell’energia sostenibile nel settore dell’edilizia sta, inoltre, assumendo un ruolo trainante all’interno della Campagna SEE (Sustainable Energy Europe) e del Patto dei sindaci

Non a caso, circa il 45% delle partnership finora attivate in Italia nell’ambito della Campagna SEE tratta, direttamente o indirettamente, il tema della sostenibilità energetica nel settore dell’edilizia nelle sue diverse forme:    

  1. progetti dimostrativi nel settore delle nuove costruzioni;
  2. studi di fattibilità per progetti relativi alla realizzazione di edifici “a emissioni zero”;
  3. analisi e strumenti per la diffusione di materiali eco-sostenibili;
  4. iniziative di promozione e divulgazione in materia di edilizia “energeticamente sostenibile”.
Il Palazzo della Provincia Bolzano è fornito del certificato CasaClima

Obiettivo comune di tutte queste iniziative è quello di aumentare la consapevolezza del ruolo strategico che l’edilizia sostenibile può svolgere nel nostro Paese, riconoscendo e presentando le best practices come indicatori della sostenibilità energetica.  In particolare, con le partnership già attivate con la Provincia di Bolzano, la Fiera di Bolzano e l’APE di Udine, la Campagna SEE sta cercando di valorizzare al massimo i benefici derivanti dall’adozione dello standard CasaClima. 

Obiettivo comune di tutte queste iniziative è quello di aumentare la consapevolezza del ruolo strategico che l’edilizia sostenibile può svolgere nel nostro Paese, riconoscendo e presentando le best practices come indicatori della sostenibilità energetica.

In particolare, con le partnership già attivate con la Provincia di Bolzano, la Fiera di Bolzano e l’APE di Udine, la Campagna SEE sta cercando di valorizzare al massimo i benefici derivanti dall’adozione dello standard CasaClima.  

Con la Provincia di Bolzano, ad esempio, si è messo a punto un sistema di monitoraggio energetico per il nuovo quartiere Casanova, in costruzione nella città di Bolzano, mentre per sostenere l’impegno dell’APE di Udine è stato predisposto un programma di lavoro integrato, finalizzato ad un’ampia applicazione nella Regione Friuli Venezia Giulia dello standard di riferimento di CasaClima.  

Un esempio di CasaClima ad Arzignano, Vicenza
CasaClima ecosostenibile

 

Con la Fiera di Bolzano, infine, si intende definire un percorso comune al fine di promuovere le diverse iniziative che ogni anno vengono organizzate all’interno di KlimaHaus in collaborazione con la Campagna SEE e, viceversa, divulgare e sostenere le iniziative di settore presenti nella Campagna SEE nell’ambito della principale fiera presente in Italia dedicata ai settori dell’efficienza energetica nell’edilizia e dell’edilizia eco-sostenibile

 

Articoli correlati