Input your search keywords and press Enter.

Un primo si dell’Europa all’introduzione del “Made In” obbligatorio

La Commissione Mercato Interno e Protezione dei Consumatori del parlamento europeo ha approvato il  Made In obbligatorio. Si tratta di una proposta della Commissione europea, che introduce nel regolamento sulla sicurezza dei prodotti anche l’obbligo di indicazione di origine.

«È una buona notizia sia per l’industria sia per i consumatori europei», dice Armando Branchini, vice presidente di Fondazione Altagamma, con delega alle Relazioni Istituzionali. «Il Made in obbligatorio è una misura fondamentale per tutelare la manifattura di eccellenza, che rappresenta un settore chiave per la crescita economica e per l’occupazione».

«Ma il Made In è anche una tutela essenziale per il consumatore europeo, che ha il diritto di conoscere la provenienza dei prodotti che acquista. Siamo felici per l’esito positivo della votazione: ora auspichiamo che entro l’anno il Consiglio dei Paesi Membri (che in base al meccanismo vigente di co-decisione deve confermare la votazione) si esprima nello stesso senso. Questo sarà l’ostacolo principale».

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *