Un nuovo giardino per tutti nel Parco Gargasole

La misura Rigenerazioni creative finanzierà l’ampliamento e la riqualificazione del parco

 

Il progetto beneficia di un finanziamento di 31.000 euro e prevede la rifunzionalizzazione di aree pubbliche attualmente abbandonate, da recuperare.

È stata consegnata ufficialmente dal sindaco di Bari Antonio Decaro all’ATS Masseria Dei Monelli/Ortocircuito la nuova area giardino adiacente allo spazio autogestito di via Gargasole, all’interno della ex caserma Rossani per realizzare il progetto “Trentar Non Nuoce”, finanziato dalla misura Rigenerazioni creative, promossa dal Comune di Bari a valere su fondi del POC Metro 2014/2020.

 

Il progetto è beneficiario di un finanziamento di 31.000 euro a valere sulla linea di intervento A, che supporta la rifunzionalizzazione di aree pubbliche attualmente abbandonate, da recuperare. È prevista la piantumazione di piante con apparato radicale superficiale negli spazi tra la pavimentazione esistente e la zona in terra. A queste si aggiungeranno altre specie idonee a formare siepi, cespugli o decorazioni cromatiche, il tutto nel pieno rispetto delle tracce presenti.

All’interno dello spazio sarà realizzata, come elemento significante, una grande cupola geodetica a forma di pigna, che racchiuderà lo spazio dedicato ad attività olistiche e di incontri, armonizzandosi con le forme naturali già esistenti. Previste sedute leggere in legno, con utilizzo di materiale di recupero, che racchiudano anche lo spazio per nuove piante o arbusti, luoghi di sosta per le persone e le piante. Lo spazio dedicato alle performance artistiche sarà orientato verso l’attuale pannellatura di confine, una art gallery a cielo aperto che permetterà di creare un immediato colpo d’occhio di bellezza. È in fase di progettazione anche un piccolo Villaggio per bambini allestito con strutture mobili fatte di canne e tessuto riciclato.

Al termine del cantiere, quindi, saranno aumentate le zone destinate a verde pubblico, gestite in maniera condivisa da cittadini e associazioni, con il raddoppio della superficie del parco, che si svilupperà su circa 10.000 mq rispetto agli attuali 4.550 mq.

Di seguito lo stato di attuazione dei progetti finanziati dalla misura Rigenerazioni creative:

Linea intervento B:

Attualmente sono state avviate 3 iniziative:

1) AREA SAN CATALDO. L’associazione dei genitori APS Marconi con il progetto dal titolo “CIACK! In Arte Giardino” ha realizzato nel giardino condiviso della Scuola Marconi, un’area cinematografica per la proiezione di film riservate alle famiglie.

2) AREA POGGIOFRANCO._Il progetto dal titolo “Orto Brigante” dell’associazione di promozione sociale Parco Domingo, è stato completato ed ha previsto la realizzazione di impianti di irrigazione, forni di comunità e attrezzature di vario genere per l’orto urbano.

3) QUARTIERE LIBERTA’._Il progetto dal titolo “MurArt” dell’associazione Spine, realizzato nell’edificio Officina degli Esordi in via Crispi prevede un laboratorio artistico per ragazzi ora in fase di realizzazione con l’esecuzione un murales.

Sono in fase di definizione le procedure delle seguenti ulteriori iniziative:

4) QUARTIERE LIBERTA’. Il progetto “Piazza Spazio 13” dell’associazione temporanea di scopo Spazio 13 prevede la riqualificazione del cortile di ingresso con interventi di arredo autocostruiti e l’inserimento di elementi vegetali sarà realizzato presso la ex Scuola Melo da Bari al quartiere Libertà.

5) SAN PASQUALE. L’associazione Effetto Terra sta rimodulando il progetto da realizzare nell’area sita in via Lorenzo D’Agostino

 Linea intervento A:

Sono in fase di realizzazione gli interventi:

6) SAN PAOLO. Il progetto denominato “Verde Incontro”, della ATS capofila società coop. Tracceverdi, è in corso con la realizzazione un bosco urbano e un orto sociale a cui partecipano molti ragazzi delle scuole del territorio.

7) SAN GIROLAMO. Il progetto denominato “Quattro per Quattro” dell’associazione Archistart è in corso di realizzazione al quartiere San Girolamo.  A luglio del 2021 si è proceduto con la consegna dell’area di proprietà comunale alla stessa Archistart congiuntamente all’organizzazione di volontariato La Pietra scartata, poiché i due soggetti realizzeranno sulla medesima area due progetti integrati.

8) PALESE. Il progetto denominato “Oasi delle stagioni” del Comitato di quartiere Palese Zona 167 è stato integrato con il progetto “(D)a Tutti un poco” dell’associazione di promozione sociale TRAME. Le due associazioni stanno integrando i progetti per avviare le opere. L’area è stata consegnata.

9) POGGIOFRANCO. Il progetto denominato “Il bosco di Cancello Rotto” dell’ A.T.S. capofila Terre del Mediterraneo, ha visto a marzo scorso la consegna dell’area per la realizzazione di un bosco attrezzato in cui svolgere laboratori e interventi di manutenzione delle alberature e laboratori con i cittadini.

10) CARRASSI. Il progetto denominato “Trentar non nuoce” dell’ A.T.S. Capofila Masseria dei Monelli che sarà realizzato presso la Ex Caserma Rossani.

Sono in fase di perfezionamento le procedure delle seguenti ulteriori iniziative:

11) SANTA RITACARBONARA._Il progetto denominato “Il Giardino della biodiversità per ri…trovare le radici” della cooperativa Opera Amica, che prevede la realizzazione di un orto,  è stato  approvato e si è in attesa di completare le procedure burocratiche.

12) SANT’ANNAJAPIGIA._Il progetto “Agorà Sant’Anna” della cooperativa Nuovi Sentieri è stato approvato: prevede la realizzazione di un piccolo orto e interventi di manutenzione degli ulivi presenti da parte di minori fragili attraverso laboratori e attività di animazione..

13) POGGIOFRANCO. Il progetto dell’associazione PugliAccessibile prevede la realizzazione di un parco, previa pulizia dell’area, manutenzione delle essenze arboree esistenti e realizzazione di attrezzature di vario genere Nell’area sarà allestita una zona per animali (cani e asini) per svolgere l’attività di pet-terapy.  Le attività saranno coordinate da esperti e rivolte ai cittadini.

Articoli correlati