Input your search keywords and press Enter.

Un badge per il cassonetto

Anche il cassonetto della spazzatura si appresta a divenire intelligente. Grazie ad un badge è in grado di riconoscere ogni cittadino che si appresta a conferire i propri rifiuti al suo interno. L’idea arriva da Spilamberto, comune in provincia di Modena, e mira a conoscere meglio le abitudini dei cittadini per adattare il sistema di raccolta differenziata in base ai dati raccolti. Il sistema sarà attivo dal 28 novembre prossimo in una frazione del comune, coinvolgendo i primi 2.000 cittadini, per poi allargarsi all’intera popolazione di Spilamberto (12.500 abitanti) a gennaio. Grazie ai dati raccolti sarà possibile regolare lo svuotamento dei cassonetti nelle ore e nei giorni giusti e con la giusta frequenza, capire se sono sufficenti, troppi o troppo pochi, premiare chi fa la differenziata nel modo migliore o intervenire laddove vi siano criticità. «Per le zone virtuose, con una percentuale di differenziata al di sopra della media comunale – spiega all’Adnkronos il sindaco Francesco Lamandini – potrebbero esserci delle diminuzioni in bolletta. Oppure degli aumenti per chi è al di sotto della media. Il nostro obiettivo, necessario e sacrosanto, è il raggiungimento del 70% e ogni strumento per il suo raggiungimento va messo in campo».

Print Friendly, PDF & Email