Input your search keywords and press Enter.

Ulivi e olio, conosciamoli meglio

Il 30 marzo 2016 alle ore 17,30 presso l’Oleificio Sociale di Cassano delle Murge si svolgerà l’incontro: ”Ulivi, paesaggio e prodotti tipici: componenti del patrimonio e motori dello sviluppo”. Organizzato dal Club per l’UNESCO di Cassano delle Murge e dall’Oleificio sociale, l’incontro si propone far emergere le connessioni tra paesaggio e prodotti enogastronomici come componenti del patrimonio rurale (in linea con La Guida Europea all’osservazione del patrimonio rurale che delinea una visione globale e operativa di patrimonio rurale, come “…l’insieme degli elementi materiali o immateriali che testimoniano le particolari relazioni che una comunità umana ha instaurato nel corso della sua storia con un territorio”. )
L’uliveto rappresenta per la Puglia oltre che un elemento rilevante della realtà produttiva agricola, uno dei più forti elementi identitari. L’identità dell’uliveto è tuttora riconoscibile, nonostante i numerosi processi di omologazione territoriale in atto, nell’articolazione delle sue componenti strutturali, rappresentate non solo dal sistema agricolo-produttivo degli impianti ad uliveto, ma anche dall’organizzazione storico-insediativa  tra insediamenti rurali, struttura geomorfologia delle lame e sistema idrico del sottosuolo. invito (2)

In parti di territorio come il nostro è evidente il legame intrinseco tra identità da valorizzare e caratteri produttivi, storicamente legati alla “cultura” agricola della produzione dell’olio, che ha avuto come effetto indotto, e non come causa, la creazione del paesaggio dell’ulivo.

L’intento di questo incontro é quello di mostrare la necessità di rafforzare l’identità del territorio e attraverso la creazione di un’immagine territoriale forte che acquisti sempre maggiore importanza per l’attrazione di risorse (siano esse attività economiche o flussi turistici). Essa si configura come un ‘biglietto da visita’ del territorio, fatto di immagini riconoscibili, di marchi che tendono a rappresentare sinteticamente il territorio nella sua ‘vivibilità , investibilità e visitabilità, aspetti da potenziare nella valorizzare del  paesaggio culturale con le sue peculiarità e prodotti. E questo in considerazione del fatto che il 2016 è l’Anno Internazionale per la Comprensione Globale, promosso  per esplorare i problemi della qualità della vita e dell’uso sostenibile a lungo termine delle risorse locali.

Il focus sull’olio mira a sensibilizzare il consumatore ad utilizzare olio extravergine d’oliva (evo), far conoscere le sue qualità, le sue proprietà nutrizionali ed il suo uso in cucina.

Di “Paesaggi culturali e rurali come motori dello sviluppo economico” parlerà l’architetto del paesaggio, Giorgio Skoff; di “Cultivar e qualità dell’olio evo” Michele Tucci ( CICHEAM), delle proprietà nutrizionali dell’olio extravergine d’oliva e del suo uso parlerà Maria Campanile, Biologa Nutrizionista del Club per l’ UNESCO di Cassano. Con  Nicola Perrucci si effettueranno  “prove pratiche di assaggio dell’olio evo”. La degustazione finale mostrerà le diverse possibilità di uso dell’olio evo: dal tarallo alla bruschetta, al cece nero, al dolce, al gelato

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *