Input your search keywords and press Enter.

Tutta mia la città

Riciclarsi a cinquant’anni e passa: non è poi così male, soprattutto se si abbandona il mestiere di giornalista per diventare urban byke messenger, cioè “messaggero urbano a pedali”, una maniera elegante e anche un po’ intrigante di chiamare il fattorino. Ma – e questa è la novità – il fattorino si serve del mezzo a due ruote più ecologico che c’è, vale a dire la bicicletta. Ed è da questa esperienza, che ormai dura dal oltre tre anni, che nasce Tutta mia la città. Diario di un Byke messenger. Il byke messenger in questione, autore del piacevolissimo volumetto, è Roberto Peja, una lunga esperienza da ecologista convinto. L’autore è sicuramente accattivante nel suggerire, raccontando le sue esperienze in giro per Milano, tutti i vantaggi che possiede un mezzo ecologico ed economico per venire incontro alle piccole-grandi necessità dei tanti milanesi in cerca di qualcuno capace di fare arrivare in tempo utile un pacchetto, una lettera, un medicinale, un incartamento.

Peja, insieme a un paio di amici, decise nel 2008 di importare nella città più europea d‘Italia un servizio già ampiamente diffuso nelle altre nazioni, vale a dire quello di consegna a domicilio di oggetti non troppo ingombranti a cavallo della bicicletta. Vantaggi molti (velocità delle consegne, specie la mattina, meno emissioni di CO2 nell’atmosfera, meno stress sia da parte del committente, sicuro sugli orari di consegna sia da parte del pony-express su due ruote, sicuro a sua volta di essere puntuale agli appuntamenti), inconvenienti zero. Il gioco vale la candela e così nasce l’UBM Urban Byke Messengers, la prima società di ciclo-pony. Il sistema si è poi diffuso in molte città italiane – Bari è tra queste, con uno scatenato Alain Sabatier che ha creato il Bari Bici Express (clicca qui per leggere l’articolo di Ambient&Ambienti) e ora sono almeno un centinaio gli aspiranti fattorini-su-due-ruote che premono per entrare nell’UBM. Morale: il portafoglio ci guadagna (visto che i prezzi non sono superiori a quelli delle altre società di consegne tradizionali),  l’ambiente pure. E non è poco.

Roberto Peia, Tutta mia la città. Diario di un byke messenger, Ediciclo Editore, 2011, p.208,euro 13.00

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *