Home La tua voce Turismo responsabile: sì al progetto by EVOLVENTE

Turismo responsabile: sì al progetto by EVOLVENTE

1680
0
SHARE
turismo responsabile alta murgia

Si vota online fino al 30 marzo un progetto per una masseria sociale in alta Murgia proposto da EVOLVENTE. Verso un turismo responsabile

Questo è l’appello lanciato da EVOLVENTE – Luoghi e persone in evoluzione,  una Organizzazione no profit fondata nel 2014, orientata al miglioramento sociale ed ambientale, allo sviluppo dei territori in modo coerente e sostenibile, valorizzando le persone ed i luoghi di appartenenza, anche nella linea di un sano turismo responsabile.EVOLVENTE chiede di votare online il progetto di una masseria sociale in Alta Murgia. Questo progetto fa parte del concorso AVIVA Community Fund, che finanzia le organizzazioni no profit per buone pratiche  sul teritorio.

LEGGI ANCHE: ESCURSIONI DI PRIMAVERA NEL PARCO ALTA MURGIA

L’appello

Se sei pugliese, se sei murgiano, se credi che la Murgia possa divenire emblema di sviluppo territoriale e di riscatto da sterili pessimismi e luoghi comuni, se pensi che i progetti di innovazione sociale e di animazione territoriale sono motore di una nuova economia e di un nuovo benessere per la nostra comunità, se credi in tutto questo, ti chiediamo una grande cortesia, di votare il nostro progetto Masseria Sociale in Alta Murgia semplicemente utilizzando questo link da smartphone o da computer:

https://community-fund-italia.aviva.com/voting/progetto/schedaprogetto/16-347

La nostra associazione EVOLVENTE – LUOGHI E PERSONE IN EVOLUZIONE è impegnata in questo progetto straordinario per declinare la disabilità da problema ad opportunità sociale, attraverso l’inclusione e la valorizzazione e per sviluppare un processo di riscoperta e di valorizzazione del nostro territorio murgiano e della sua appartenenza al Parco Nazionale dell’Alta Murgia, per sviluppare così un vero brand Murgia di valori riconoscibili e fruibili su scala globale.

Il progetto

Il progetto impiega una masseria tipica pugliese con una tenuta di 13 ettari con oliveto, colture di cereali e foraggio, orto-frutta e aree naturali residuali di Murgia, all’interno del Parco Nazionale dell’Alta Murgia, in Puglia. In questo territorio vi è un forte impatto del declino del distretto produttivo del salottiero che qui è stato fiorente per diversi lustri e dell’agricoltura ormai svilita dalla competizione dei prodotti della globalizzazione.
Un impatto che ha indotto un malessere sociale ed economico diffuso e che rende ancor più forte il disagio delle persone svantaggiate ed emarginate. Il progetto pertanto si pone come risposta dal basso a tale situazione, come spazio sociale aperto, un laboratorio/progetto pilota di innovazione sociale e di sviluppo locale sostenibile; sviluppa processi sociali e produttivi rendendolo sostenibile anche sul piano finanziario, assicurandone l’auto-sostentamento senza gravare sulla spesa pubblica né sulla collettività.

Tra gli obiettivi il turismo responsabile e nuove colture

Due gli obiettivi cardini inscindibili: la rottura dei muri dell’isolamento della disabilità e la rigenerazione dei luoghi della Murgia, rendendoli vissuti, attrattivi, fruibili, produttivi, sviluppando nuove economie e micro-economie sociali, esperenziali, leggere, coerenti e compatibili con le peculiarità dei luoghi stessi, sostenibili insomma, generando così un nuovo benessere delle persone, quello che da fiducia e serenità, che guarda alle generazioni a venire con positività e lungimiranza.

Il progetto, che stima 100 utenti disabili/anno e 20 persone occupate e retribuite di cui 10 full time, si prefigge al tempo stesso di reintrodurre colture con sementi antiche e specie autoctone meglio consoni al suolo carsico della Murgia, di creare valore aggiunto: prodotti sani, a basso costo, a zero impatto sull’ambiente, valorizzati su filiera locale solidale con marchio della masseria sociale; sviluppo del turismo sostenibile in accordo ai principi della Carta Europea del Turismo Sostenibile (CETS)

Votare perchè…

Abbiamo aderito alla bellissima iniziativa di AVIVA Community Fund mettendo il progetto sulla loro piattaforma online dove oggi è possibile accedere conoscerlo e votarlo: i progetti più votati entreranno nei finalisti e potranno essere beneficiari di un finanziamento.

Per questo ti invitiamo a votare il nostro progetto assegnando i dieci voti a disposizione e a condividerlo sui social utilizzando i bottoni disponibili sul progetto e, naturalmente, a usare il passaparola; abbiamo bisogno del tuo sostegno, ogni votazione può fare la differenza e può essere decisiva per il successo del nostro progetto.

Contiamo su di te, grazie!

 

Print Friendly, PDF & Email

LEAVE A REPLY