Input your search keywords and press Enter.

“Tumori da amianto. Quali risposte tra slogan e realtà?”. Convegno a Vercelli

Il Consiglio dei ministri del governo Monti dell’8 aprile 2013 ha approvato il Piano nazionale amianto. Un piano che però non ha mai visto la luce perché bocciato dalle regioni, rappresentando così l’ennesima occasione persa per iniziare a risolvere il problema amianto in Italia.

L’alto numero di vittime causate dalla fibra killer, i numerosissimi casi di patologie asbesto correlate, di mesoteliomi e tumori polmonari, in particolare in Piemonte, ma ovunque nel resto d’Italia, ha portato i cittadini, in collaborazione con l’Osservatorio Nazionale Amianto, a elaborare un piano alternativo, che prevede prima di tutto la prevenzione primaria e cioè la decontaminazione degli ambienti di vita e di lavoro, poi quella secondaria, con la diagnosi precoce e la cura tempestiva e lo sviluppo della ricerca scientifica e, infine, quella terziaria con le indagini epidemiologiche e gli interventi della Magistratura.

Il rapporto pazienti oncologici/vittime dell’amianto, del nosocomio di Vercelli è definito critico, tanto che i famigliari delle vittime hanno chiesto di poter rendere la loro pubblica testimonianza e reclamato il sostegno di tutte le forze istituzionali per risolvere queste problematiche.

L’11 settembre prossimo, alle ore 11:00, all’Hotel MODO, in Piazza delle Medaglie d’Oro n. 21, a Vercelli, l’ONA ha organizzato una conferenza dal tema: “Tumori da amianto. Quali risposte tra slogan e realtà?”.

Nel suo intervento, l’avv. Ezio Bonanni, presidente dell’associazione, presenterà i dati epidemiologici aggiornati al 2014 e i nuovi casi che si sono manifestati in Piemonte e nella provincia di Vercelli. Una situazione desta allarme e che impone una risposta forte ed efficace di tutte le istituzioni a cominciare da quelle sanitarie. All’incontro, cui sono state invitate tutte le forze politiche è prevista anche la partecipazione di pazienti vittime dell’amianto e loro familiari.

“Occorre mobilitarsi tutti, insieme, per la vita, la salute e la giustizia – dichiara l’avv. Ezio Bonanni – e certamente la città di Vercelli non può essere da meno. L’Osservatorio nazionale Amianto non è più solo, in Italia e nel mondo, a combattere per l’eliminazione del mortale nemico costituito dall’amianto e a promuovere e sostenere la ricerca scientifica e medica per vincere la battaglia per la vita e la salute di coloro che vivono il dramma della malattia procurata dall’esposizione professionale o casuale all’amianto e che non possono essere abbandonati e lasciati soli”.

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *