Input your search keywords and press Enter.

Trivellazioni in Adriatico. Anche il Comune di Bari si mobilita

Fermo è il “no” da parte del Comune di Bari allo sfruttamento delle risorse fossili, ormai in via di esaurimento e non rinnovabili, ed auspica che, insieme alla mobilitazione in programma a Monopoli, le amministrazioni elaborino un’iniziativa comune, di carattere istituzionale perfermare anche le attività di prospezione già autorizzate dal Ministero dell’Ambiente. Per questo l’amministrazione barese intende sostenere l’azione di tutte quelle regioni che, a breve, si vedranno a Trieste per elaborare una proposta di legge nazionale al fine di porre fine a qualsiasi campagna di ricerca e trivellazione del petrolio in tutto il bacino adriatico. E’ la posizione espressa dal consigliere delegato del sindaco all’Ambiente, Maria Maugeri, alla riunione organizzativa in vista della mobilitazione del 21 gennaio contro le trivellazioni alla ricerca di petrolio nel mare Adriatico.

“Il no alle perforazioni al largo delle coste pugliesi – ha commentato Maugeri – è conseguenza diretta della scelta del modello di sviluppo operata dalle comunità del nostro territorio, incentrato sul turismo e sulla qualità dei prodotti di filiera della produzione e trasformazione agroalimentare, nonché sulla ricerca e l’innovazione con particolare attenzione alla diffusione delle energie alternative”.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *