Treno passeggeri ad idrogeno: ora c’è la stazione di rifornimento in Germania

Spatenstich Wasserstoff-Tankstelle - From left : Dr. Joachim Kreysing, Managing Director Infraserv Höchst Dr. Jörg Nikutta, Managing Director of Alstom Germany and Austria Prof. Knut Ringat, Managing Director RMV Jens Deutschendorf, State Secretary in the Hessian Ministry of Economics, Energy, Transport and Housing

Oggi l’inaugurazione del cantiere per la realizzazione della stazione di rifornimento per treni ad idrogeno nella regione del Reno-Meno. Operativa da dicembre 2022

Sarà costruita nei prossimi mesi nell’Industriepark Höchst la prima stazione di rifornimento di idrogeno per i treni passeggeri in Assia, uno dei sedici stati federati della Germania, e la seconda al mondo. In questa stazione, dal dicembre 2022, la più grande flotta di treni passeggeri a celle a combustibile del mondo potrà rifornirsi di idrogeno. Lunedì 26 ottobre, il Segretario di Stato Deutschendorf ha dato il via a questo importante progetto, insieme all’Amministratore Delegato di RMV, il prof. Knut Ringat, al dott. Jörg Nikutta, Amministratore Delegato di Alstom Germania e Austria e al dott. Joachim Kreysing, Amministratore Delegato del gestore del parco industriale Infraserv Höchst. Alstom fornirà i treni a celle a combustibile che RMV utilizzerà, mentre Infraserv Höchst, gestore del parco industriale, sta costruendo e gestendo la stazione di rifornimento.

 L’Assia, pioniere nelle strategie di mobilità sostenibile

“L’Assia fa da apripista sulla strada della mobilità rispettosa del clima e dell’ambiente, come dimostra anche il progetto Taunusnetz”, ha affermato il Segretario di Stato Deutschendorf. “Nel 2022, treni non inquinanti, cioè quelli a celle a combustibile, sostituiranno i vecchi convogli diesel – un progetto senza linee elettriche aeree, che può essere un’alternativa interessante anche per altre regioni. Vorrei ringraziare RMV e Industriepark Höchst per il loro coraggio nel realizzare questo progetto innovativo”.

RMV: record mondiale per la flotta a celle a combustibile

Per la Società dei trasporti Reno-Meno, il progetto ha un significato molto particolare: “Con i treni a celle a combustibile di Alstom, stiamo aprendo un nuovo capitolo della mobilità priva di emissioni in RMV”, ha affermato il prof. Knut Ringat, Amministratore Delegato di RMV alla cerimonia inaugurale. “Grazie a questi 27 convogli, stiamo stabilendo un record mondiale: in nessun altro paese al mondo è presente una flotta a celle a combustibile così grande nel trasporto pubblico locale.” Il prof. Ringat ha celebrato l’eccellente collaborazione con l’azienda ferroviaria Alstom e Infraserv Höchst: “Sono molto lieto che questo grande progetto sia stato completato nei tempi previsti e rispettando il budget.” Il volume totale degli ordini è pari a 500 milioni di euro.

I treni Alstom: senza emissioni e a basso rumore attraverso i Taunus

“La cerimonia di oggi inaugura una nuova era del traffico ferroviario a emissioni zero nella regione Reno-Meno. Siamo lieti che Infraserv si occupi del rifornimento dei nostri treni per RMV”, ha affermato il dott. Jörg Nikutta. I treni a celle a combustibile “Coradia iLint” di Alstom, grazie ad unaautonomia fino a 1.000 chilometri, sono in grado di viaggiare un’intera giornata sulla rete di RMV e sostituiranno le locomotive diesel della consociata di RMV fahma sulle linee RB 11 (Francoforte-Höchst  – Bad Soden (Taunus)), RB12 (Francoforte – Königstein), RB15 (Francoforte – Bad Homburg – Brandoberndorf) e RB16 (Friedrichsdorf – Friedberg). Il primo treno passeggeri al mondo alimentato da una cella a combustibile a idrogeno è completamente a emissioni zero,  silenzioso ed emette solo vapore acqueo e condensa.

Infraserv Höchst: l’impegno nella tecnologia a idrogeno e delle celle a combustibile

Infraserv Höchst, la società operativa dell’Industriepark Höchst, il parco industriale di 4,6 chilometri quadrati, è attiva da molti anni nello sviluppo di tecnologia a idrogeno e celle a combustibile. La prima stazione di rifornimento di idrogeno per auto è stata attivata nel 2006. “Siamo molto orgogliosi che Infraserv Höchst e Industriepark Höchst possano contribuire all’ulteriore sviluppo di questa tecnologia del futuro“, ha affermato l’Amministratore Delegato di Infraserv Höchst, dottor Joachim Kreysing. In Germania da sempre l’industria chimica è stata uno dei settori industriali che ha dato impulso alle tecnologie innovative. Kreysing ha continuato sostenendo che: “Anche le questioni incalzanti riguardo l’approvvigionamento energetico e i concetti di mobilità del futuro possono essere risolte solo dall’industria chimica”.

Articoli correlati