Input your search keywords and press Enter.

Trasporto ferroviario: in Puglia è sempre più cura del ferro

I treni Flirt delle Ferrovie del Gargano da poco collega Apricena a san Severo in soli sette minuti

La rete ferroviaria pugliese in esercizio è di 1.522 km (dati ASSTRA) di cui 815,89 km sono di proprietà di Rete Ferroviaria Italiana; i restanti 706 km appartengono rispettivamente a Ferrovie del Sud Est (473, 11 km), Ferrovie del Gargano (97,65 km), Ferrotramviaria (74,98 km) e Ferrovie Appulo Lucane (60,05 km). In Puglia ci sono 258 comuni e in 149 è presente una stazione ferroviaria; l’81,4% della popolazione regionale (quattro milioni di abitanti – ISTAT 2011) ha accesso diretto alla rete. Da qualche anno, la Regione Puglia ha iniziato una “cura del ferro” per promuovere l’uso del treno a discapito del trasporto privato, finanziando opere infrastrutturali per l’ammodernamento della rete, l’acquisto di vetture e la realizzazione di nuove tratte e stazioni ferroviarie. Ultima in ordine di tempo è quella di Apricena Città, delle Ferrovie del Gargano. Sono stati realizzati 11,7 km di binari che collegano Apricena a San Severo, dove i moderni e confortevoli treni Flirt potranno viaggiare a una velocità di 140 km/h impiegando solo sette minuti per collegare le due città. L’entrata in servizio della nuova tratta è prevista per metà dicembre; tra Foggia e Apricena (via San Severo) viaggeranno invece tredici coppie di treni al giorno, che impiegheranno venticinque minuti per collegare la popolosa cittadina dell’Alto Tavoliere al capoluogo di provincia, rispetto agli attuali 55 minuti spesi da un bus di linea.

Per quanto riguarda, invece, la tratta verso il nord del Gargano, è in fase di realizzazione la variante per Sannicandro Garganicodove, tra fine 2014 e inizio 2015, dovrebbero essere ultimati i lavori di costruzione di una galleria di 3.200 metri, che consentirà ai treni di abbandonare l’attuale tracciato che passa per la stazione di San Marco in Lamis, accorciando notevolmente i tempi di percorrenza. Al chilometro 8+900 tra Apricena e San Severo è stato anche realizzato un piccolo scalo merci a servizio delle vicine cave di pietra.

Da luglio 2013 è operativo il passante ferroviario che collega le città servite dalla ferrotramviaria all’aereoporto Karol Wojtyla di Bari-Palese

Ferrovie del Gargano vuole bissare il successo ottenuto con la tratta Lucera-Foggia attivata nel 2009 dopo decenni di oblio; l’iniziativa ha consentito di eliminare completamente il servizio bus rendendo più sicura l’arteria stradale, abbattendo le emissioni di polveri sottili in atmosfera, velocizzando il trasporto dei passeggeri e concentrando su Lucera il traffico bus dei paesi dei Monti Dauni.

Un altro importante risultato è stato raggiunto a luglio di quest’anno con l’inaugurazione del passante ferroviario che collega le città servite da Ferrotramviaria all’aeroporto  internazionale “Karol Wojtyla” di Bari-Palese. Dalla stazione di Bari Centrale il treno impiega quattordici minuti per raggiunge lo scalo aeroportuale, percorrendo un totale di 7,7 km di tragitto a doppio binario.  La “cura del ferro” ha prodotto i suoi primi effetti: la Puglia diviene così una regione proiettata sempre più alla mobilità sostenibile, dove il treno è protagonista e artefice del cambiamento in corso.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *