Input your search keywords and press Enter.

Trasporti, UE finanzia progetto per via camionale a Bari

Il programma euorpeo TEN-T finanzia progetti per la mobilità all’interno dell’Unione Europea. Gli interventi coinvolgono il trasporto su strada e quello combinato, le vie navigabili ed i porti marittimi, la rete europea dei treni a grande velocità.

Il Comune di Bari ha fatto richiesta di fondi per degli studi sulla viabilità camionale. L’intenzione è costruire una strada, riservata ai mezzi pesanti, che colleghi il Porto di Bari alla viabilità autostradale. La bretella servirebbe a mitigare gli impatti ambientali del traffico camionale, decongestionando la viabilità in uscita dal porto.

La Commissione Europea ha valutato ammissibili al finanziamento gli studi  propedeutici alla realizzazione di quest’opera. La decisione dell’UE concretizza un percorso che porterebbe a realizzare l’opera nel periodo di programmazione 2014-2020.

Con l’ammissione a finanziamento della via camionale, il Porto di Bari e la città sono riconosciuti come nodo strategico all’interno della rete di trasporti europea. «Quest’opera – commenta il consigliere incaricato del sindaco per i Trasporti Antonio Decaro – costituisce un tassello importante per il completamento del tratto pugliese del Corridoio 8, che consentirà di connettere il traffico merci in uscita dal porto anche alla statale 16 e all’interporto».

Lo studio di fattibilità ha visto collaborare Politecnico di Bari, Interporto Regionale della Puglia, Autorità Portuale del Levante, Comune di Bari, con il supporto del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *