Trasporti, la Regione ha acquistato 148 bus a metano per il servizio locale

(nella foto, un autobus a biometano a Trento)

Maurodinoia: “Sostituiremo gli Euro 2 ancora circolanti e daremo ai Comuni bus nuovi per viaggiare in sicurezza”

Ancora novità per il servizio di trasporto pubblico locale suburbano. In arrivo 148 nuovi autobus a metano. La Regione Puglia ha acquistato tramite accordo Quadro CONSIP per complessivi 45,8 milioni di euro, a valere su risorse del Piano Nazionale Complementare al PNRR DM 315/21, precisamente 90 autobus medio-lunghi OTOKAR Europe S.a.S. e 58 autobus lunghi IVECO S.p.A. che verranno assegnati ai Comuni afferenti a ciascun ATO per sostituire in via prioritaria autobus di classe ambientale Euro 2, circolanti e adibiti al TPL, e a parziale copertura delle necessità comunicate anche Euro 3. La ripartizione degli autobus verrà fatta dalla Regione sulla scorta dei dati completi che saranno forniti dalle Province e della Città Metropolitana di Bari, la quale poi assegnerà i mezzi ai Comuni con diritto di usufrutto alle relative aziende di trasporto pubblico con regolare e vigente contratto di servizio.

L’Assessore ai Trasporti e alla Mobilità sostenibile della Regione Puglia Anita Maurodinoia

“Procediamo con l’obiettivo di togliere dalla circolazione gli autobus Euro 2 adibiti al servizio TPL così come previsto dalla normativa nazionale che chiede di sostituirli obbligatoriamente entro il 2024 – spiega l’assessore ai Trasporti e alla Mobilità sostenibile, Anita Maurodinoia -. Forniremo ai Comuni autobus lunghi e medio-lunghi a basso impatto ambientale, dotati di tutti i più moderni sistemi di sicurezza e controllo in marcia e sul mezzo, accessibili ai diversamente abili, per un TPL più sicuro e moderno, oltre che sostenibile. Il rinnovo del parco mezzi del TPL è un impegno importante che questa Amministrazione si è assunta e che sta realizzando grazie alla collaborazione delle aziende di trasporto e degli enti locali.”.

Articoli correlati