Input your search keywords and press Enter.

Trappole per cinghiali nel Parco dell’Alta Murgia

Agenti del Corpo Forestale dello Stato del comando stazione di Ruvo di Puglia (BA) nel corso di un servizio di perlustrazione dell’area boscata di “Torre dei Guardiani” in agro di Ruvo di Puglia, ricadente nella zona 1 del P.N. del Parco Nazionale dell’Alta Murgia hanno rinvenuto numerose trappole per cinghiali.

I cosiddetti lacci, fabbricati con cavi d’acciaio di diverso diametro, formano un cappio con nodo scorsoio che cattura gli animali strozzandoli, evitando, così, l’uso delle armi da fuoco. I lacci erano stati abilmente collocati lungo i percorsi abituali dei cinghiali e fissati alla base delle roverelle.

La pratica è illegale soprattutto nel parco nazionale dove vige il divieto di introduzione di ogni sistema per predare i selvatici e ne è vietato in modo assoluto l’abbattimento.

I congegni, pericolosi anche per l’uomo, sono stati rimossi dagli agenti e sono stati posti sotto sequestro dalla Procura della Repubblica di Trani. Le indagini proseguono per individuare i responsabili.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *