Input your search keywords and press Enter.

“Transumanza postmoderna”: quando il passato è sinonimo di innovazione

 

Il carretto magico accompagna i bambini nel bosco in compagnia di personaggi della fantasia

 Quando si parla di mobilità sostenibile il pensiero corre lungo strade colme di autoveicoli e motocicli elettrici e di biciclette. E se a tutti questi mezzi che permettono all’uomo di spostarsi senza inquinare l’ambiente aggiungessimo l’asino o il cavallo, i più antichi strumenti che siano mai stati usati per la mobilità? Viviamo in un’epoca in cui al concetto di mobilità sostenibile è necessario unire quello di “transumanza postmoderna“, in modo da ridurre la crescente domanda di mobilità in luoghi che, per loro stessa natura, richiedono tutela e salvaguardia maggiori.

Asinelli “slow” – Esistono realtà in Puglia che hanno avviato azioni di valorizzazione delle risorse convenzionali e non, e scelto mezzi altri per dare supporto al turismo sostenibile. Un caso esemplare è Il Parco Naturale Selva Reale, azienda agrituristica caratterizzata da un bosco di vegetazione mediterranea, collocata nel cuore del Parco Nazionale dell’Alta Murgia in agro Ruvo di Puglia (BA).

Grazie al suo fisico e alle caratteristiche, l’asino è adatto a mettere in contatto piacevolmente i più piccoli con la natura

All’ombra di roverelle, fragni, lecci e conifere, molti esemplari caratteristici del territorio – come asini, pony, cinghiali – e altri non tipici ma che ben si adattano al clima della zona – quali daini, cervi, e tanti altri – hanno spazi ampi e sicuri dove poter mangiare, riprodursi e godere delle attenzioni dei visitatori. Divenuto punto di riferimento di bambini e famiglie – grazie alle innumerevoli attività culturali ideate per avvicinare i più piccoli al bosco -, da circa un anno il Parco Naturale Selva Reale ha avviato il progetto “Asinobus e il Bivacco Magico” che prevede per i bambini la possibilità di esplorare i sentieri del bosco a dorso dell’asino e in compagnia dei personaggi fantastici che da sempre abitano la fantasia e l’immaginazione dei più piccoli.

Il pulmino elettrico è uno dei mezzi sostenibili che attraversa il Parco Naturale Selva Reale (Ruvo di Puglia )

Idea di fondo del progetto è permettere ai visitatori di vivere le meraviglie territoriali utilizzando lo splendido esemplare, che, grazie alla sua fisicità e alle sue caratteristiche caratteriali (taglia ridotta, pazienza, morbidezza al tatto, lentezza di movimento e tendenza ad andature monotone), è il più adatto per stabilire un legame più diretto con la natura.

Riscoprire i percorsi naturali – Ad oggi sono ancora poche le realtà che considerano l’asino come mezzo anche per brevi trasporti che trasformano il cammino lungo i sentieri del bosco in un autentico viaggio multisensoriale. Molte sono, invece, le possibilità di sviluppo di progetti atti a sensibilizzare la cittadinanza all’uso consapevole dei mezzi inquinanti, preferendo quelli ecologici. Per i più romantici e nostalgici, il Parco Naturale Selva Reale mette a disposizione un vecchio carretto, restaurato da abili esperte artigiane, trainato da un cavallo di razza murgese caratteristico della zona. Gli amanti della tecnologia a basso impatto ambientale possono, invece, utilizzare un pulmino elettrico che conduce i visitatori sia nei meandri più nascosti del bosco sia nei vari punti di ristoro presenti in loco. Dicono che alla fermata del pulmino ci siano tanti asinelli… noi li preferiamo!

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *