Traffico di marijuana e ghiri: 3 arresti

Le scoperte a Delinuova, in provincia di Reggio Calabria, da parte dei Carabinieri. La piantagione era in un terreno comunale mentre gli arrestati avevano 200 ghiri in un congelatore

 

Sono state arrestate e condotte in carcere, su disposizione dell’autorità giudiziaria, dai Carabinieri tre persone ritenute responsabili di produzione di sostanze stupefacenti, mentre uno di essi è stato riconosciuto responsabile anche di uccisione o cattura di specie animali protette.

Durante alcuni controlli mirati, i Carabinieri della Stazione di Delianuova, nell’area metropolitana di Reggio Calabria, e dello Squadrone Cacciatori “Calabria” hanno scoperto una piantagione di marijuana di circa 730 piante in un terreno comunale, nelle campagne di Delianuova, in una zona difficilmente accessibile.

Nel corso delle indagini, i militari hanno individuato i tre responsabili che sono stati subito rintracciati. Inevitabili le perquisizioni domiciliari che hanno così portato all’inaspettata scoperta: in un’abitazione di uno dei tre indagati, sono stati trovati diversi esemplari di ghiri, animali che vivono nella zona e che rientrano tra le specie protette. Quattro erano tenuti vivi in gabbia, mentre circa 235 esemplari erano congelati e confezionati in oltre 50 pacchetti, destinati evidentemente alla vendita o al consumo. Vista la gran quantità di animali pronti alla vendita, ora bisognerà capire la tipologia e la reale estensione del mercato illegale di ghiri, che fino a questo momento non era molto noto, e se la commercializzazione clandestina avviene in Italia o all’estero.

Articoli correlati