Tra viaggi in treno e mercatini di Natale, Svizzera chiama Puglia

Il parco Truebsee e sullo sfondo il Titlis (Foto di Susanne Jutzeler, Schweiz per Pixabay
Il parco Truebsee e sullo sfondo il Titlis (Foto di Susanne Jutzeler, Schweiz per Pixabay)

 L’ufficio del Turismo svizzero fa il punto sui flussi turistici da e verso la Puglia. Se ne parlerà martedì 29 novembre al Circolo della Vela  con Frulli, Bernasconi, Patroni Griffi

 

La Puglia ha grandi potenzialità nei confronti del turismo svizzero e, se l’Italia è il quinto Paese per arrivi, il Centro Sud rappresenta un turismo stanziale che sceglie di fare vacanze  abbinando la visita alle città, con la neve e le montagne. Complice la ferrovia retica che attraversa la Svizzera con treni panoramici, tra maestosi ghiacciai e paesaggi da sogno. Ecco perché l’Ufficio del Turismo Svizzero ha scelto Bari, dopo lo stop causato dal COVID e dalla pandemia, per riprendere il dialogo economico, culturale e turistico che ha sempre contraddistinto i rapporti  tra le due Nazioni. Un legame storico che lega la Svizzera all’Italia e alla Puglia.

ferrovia retica pixabay
Un tratto della spettacolare ferrovia retica (Foto RL per Pixabay)

Di questo e molto altro si parlerà  martedì 29 novembre alle 12 al Circolo della Vela a Bari in una   conferenza stampa organizzata da  Svizzera Turismo.

Ad illustrare scambi  culturali, alleanze e proposte turistiche saranno Piccarda Frulli, vice direttore Italia di Svizzera Turismo, Enrico Bernasconi, responsabile per la Ferrovia Retica in Italia, Ugo Patroni Griffi, console onorario della Svizzera in Puglia. Interverranno Laura Zancolo’, key account manager e Titta de Tomaso, presidente del Circolo della Vela.

Si parlerà di proposte accattivanti e vantaggiosi scambi commerciali tra la Svizzera e i tour operator pugliesi,  di pacchetti turistici e opportunità imperdibili, dai mercatini di Natale, animati da bancarelle, gastronomia locale e tanta musica, allo spettacolo concesso da una natura incantevole; dalle vacanze sulla neve in località sciistiche, sui ghiacciai, ai laghi o, ancora, per musei, nelle città d’arte. Destinazioni facilmente raggiungibili in virtù degli efficaci e variegati trasporti ferroviari in generale e, in particolare, del trenino rosso e più lungo del mondo, che supera le Alpi Retiche.

 

Articoli correlati