Torre Guaceto, tra inclusività e natura

Alla riserva naturale iniziano i percorsi per l’integrazione del Comune di Brindisi aperti ai bambini disabili

 

Percorsi formativi per tutti e inclusione attiva dei più piccoli. È questo quanto fatto stamattina dal Consorzio di Gestione di Torre Guaceto e dal Comune di Brindisi.

Lo scorso 23 agosto, l’assessore ai Servizi sociali del Comune di Brindisi, Isabella Lettori, d’intesa con la cooperativa Socioculturale, e nell’ambito del servizio di integrazione scolastica disabili, ha dato il via ai laboratori estivi gratuiti per bambini che frequentano le scuole del capoluogo.

Percorsi formativi e ludici pensati per favorire l’apprendimento e dare occasioni di svago a numerosi piccoli studenti, da quelli che frequentano le scuole elementari a quelli delle medie, attraverso gruppi misti con lo scopo proprio di facilitare la socializzazione e l’avvicinamento ad attività mai vissute prima, e alcuni dei laboratori in programma vedono protagonista la Riserva Naturale dello Stato e Area Marina Protetta di Torre Guaceto.

Arrivati presso il centro visite dell’area protetta, Al Gawsit, nella borgata di Serranova, questa mattina, i bambini sono stati accolti dal presidente del Consorzio di Gestione della riserva, Rocky Malatesta, dal sindaco di Brindisi, Riccardo Rossi, l’assessore ai Servizi sociali, Isabella Lettori, e dal referente della cooperativa Socioculturale, Alessandro Nocco.

Al fianco dei giovani studenti, oltre agli educatori che stanno guidando le attività estive, anche le guide ambientali della cooperativa Thalassia. I bambini hanno prima esplorato il giardino botanico dell’area protetta e poi preso parte al laboratorio manuale previsto per la giornata.

«Queste iniziative dimostrano quanto di bello si possa fare per il bene della nostra comunità, semplicemente dialogando, facendo rete tra le Istituzioni – ha dichiarato Malatesta – il nostro obbiettivo è rafforzare ancora più la collaborazione con gli enti, le associazioni e gli operatori del territorio perché solo camminando uniti e guardando nella stessa direzione, quella della sostenibilità e dell’inclusività possiamo migliorare il nostro territorio sotto tutti i punti di vista».

Le attività dei laboratori termineranno l’11 settembre, ma i due partner istituzionali sono già al lavoro per la realizzazione di ulteriori progetti di inclusione sociale.

«Ho avuto il piacere di visitare insieme all’assessore Isabella Lettori, i laboratori estivi per i bambini e le bambine del Servizio di Integrazione scolastica del Comune di Brindisi – ha dichiarato il sindaco Rossi – Un’occasione di socializzazione prima del rientro a scuola con ragazzi di tutte le scuole di Brindisi. I laboratori di equitazione, natura e creatività si svolgono tra la scuola Don Milani, il Centro ippico Brancasi e la Riserva naturale di Torre Guaceto; tre ambienti accoglienti e ricchi di insegnamenti. Sono 53 gli alunni che hanno aderito di tutte le classi delle scuole elementari e medie. Faremo tesoro di questa esperienza per immaginare altri momenti di condivisione nell’arco dell’anno».

Articoli correlati