Input your search keywords and press Enter.

Territorio, FAI: «Ricordati di salvare l’Italia»

La morfologia del territorio italiano ha subito, negli ultimi cinquant’anni, costanti aggressioni. Campagne, pascoli, prati e aeree naturali sono state divorate dall’avanzata del cemento o colpevolmente abbandonate al nulla. La diminuzione di superfici coltivate e la costante cementificazione hanno alterato l’assetto idrogeologico. Il 10% della superficie italiana è a rischio di frane e alluvioni: ultimi esempi in ordine di tempo sono le tragedie avvenute alle Cinque Terre, a Scaletta Zanclea, a Soverato.

Occorre recuperare la cultura del paesaggio e la cura del territorio, magari riscoprendo pratiche come il terrazzamento, i muretti a secco, i canali di drenaggio. FAI – Fondo Ambiente Italiano lancia l’iniziativa Ricordati di salvare l’Italia.

Dal 7 al 27 ottobre sarà possibile contribuire alle opere di manutenzione del territorio curate dal FAI. Alcuni esempi: Baia di Ieranto a Massa Lubrense (NA) dove, nel 1986, è iniziato un importante intervento di recupero paesaggistico-ambientale; il Bosco di San Francesco ad Assisi (PG), in cui sono previsti nuovi interventi agroforestali a salvaguardia della biodiversità; ancora, la continua manutenzione dell’alveo del torrente e il ripristino dei terrazzamenti di muretti a secco che incorniciano l’Abbazia di San Fruttuoso a Camogli.

Sostenere la campagna è semplice. Basta inviare un SMS o chiamare il numero 45592. Oppure, si può partecipare alla italiane alla FAIMARATHON, maratona organizzata con Il Gioco del Lotto. La FAIMARATHON è una passeggiata non competitiva a tappe, adatta a persone di tutte le età. Attraverso affascinanti e curiosi itinerari, si scopriranno i tesori che si nascondono tra i luoghi della loro vita quotidiana. Per far riflettere sul tema della campagna di raccolta fondi della Fondazione, si terranno anche visite a monumenti o siti paesaggistici in stato di abbandono.

Maggiori info, sul sito FAI.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *