Territorio. Bari, Waterfront di San Girolamo: pronto il progetto esecutivo

Una volta approvato il progetto esecutivo l’amministrazione comunale organizzerà un incontro pubblico con i cittadini, propedeutico all’avvio dei lavori, per illustrare il progetto e le variazioni apportate

Sarà realizzato dal Consorzio Stabile Valori Roma il progetto esecutivo per la riqualificazione del waterfront di San Girolamo-Fesca, finanziato con fondi FESR per oltre 15 milioni di euro.

Il waterfront di San Girolamo-Fesca è stato finanziato con fondi FESR per oltre 15 milioni di euro

E proprio per velocizzarne la realizzazione, su iniziativa dell’amministrazione comunale, il 9 e il 15 aprile prossimi sono stati convocati degli incontri con tutti gli enti che si sono espressi con propri pareri sul progetto definitivo. Questa operazione nell’ambito del procedimento di valutazione di impatto ambientale proposto dalla Regione Puglia, affinché si possa analizzare nel dettaglio il progetto esecutivo che è stato loro trasmesso nei giorni scorsi.
In particolare, nel corso della prima seduta, giovedì 9 aprile, saranno illustrate le modifiche che è stato necessario apportare per risolvere alcune criticità: sarà l’occasione per rispondere alle richieste di chiarimenti o di informazioni aggiuntive così che, nella successiva convocazione del 15 aprile, si possano raccogliere le eventuali conferme dei pareri precedentemente resi dai diversi enti coinvolti.
«Questi due incontri – riferisce l’assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso – rappresentano un importante passo avanti verso l’approvazione del progetto esecutivo redatto dall’appaltatore che, essendosi aggiudicato l’appalto integrato dell’opera, ha provveduto alla redazione dell’ultimo livello di progettazione prima dell’avvio dei lavori. Gli incontri giungono al termine di numerose riunioni tra i nostri tecnici, i progettisti, l’impresa e la società Conteco di Milano – incaricata della validazione del progetto esecutivo -, durante le quali sono stati esaminati e risolti alcuni problemi che erano stati rappresentati dall’appaltatore nel mese di luglio, subito dopo l’avvio della progettazione esecutiva. Una volta approvato il progetto esecutivo l’amministrazione comunale organizzerà un incontro pubblico con i cittadini, propedeutico all’avvio dei lavori, per illustrare il progetto e le variazioni apportate».

Articoli correlati