fbpx Skip to content

Tag: BP

Una bandiera per salvare l’Artico

La nota stilista britannica Vivienne Westwood ha selezionato la bandiera che sarà piantata da Greenpeace il prossimo mese sui fondali del Polo Nord 

Save the Artic

Shell, BP, Exxon e Gazprom, le grandi multinazionali del petrolio minacciano il Polo Nord. Greenpeace ha promosso una raccolta di firme planetaria, per chiedere un santuario globale nell'Artico.

Dossier amianto – Bridgestone parte prima: “Forte come la verità”

Oltre 100 morti accertate, più di 400 ammalati di asbestosi, mesotelioma pleurico e carcinoma polmonare e oltre 800 richieste di esposizione all’amianto. Per l'Inail non ci sarebbe stato alcun "rischio amianto", ma più di 100 sentenze della sezione Lavoro del Tribunale Civile di Bari avrebbero attestato il contrario. Si basa su questa presunta incongruenza la denuncia-querela depositata alla Procura della Repubblica di Bari, al presidente del Tribunale di Bari, alla Procura regionale della Corte dei Conti e alla Guardia di Finanza da due ex dipendenti della Bridgestone Italia Spa ex Firestone Brema di Modugno. Il 20 settembre scorso Ambient&Ambienti ha interpellellato la Bridgestone Italia Spa per il contraddittorio ma ad oggi la Bridgestone non ha ancora risposto. (per leggere il testo delle domande clicca qui)

Go beyond oil

Le compagnie petrolifere, ormai, stanno “raschiando il fondo del barile”. Il pianeta Terra ha riserve di greggio solo per qualche altro decennio e si prova a cercarlo anche in quei pochi luoghi rimasti ancora inviolati come le riserve marine nel

Golfo del messico: ritorna l’incubo della marea nera

Alle 9.30 di ieri mattina, le 16.30 in Italia, un altro impianto off-shore è esploso nel Golfo del Messico.  L’esplosione si è verificata sulla piattaforma petrolifera Vermillion oil 380 di proprietà della Houston Mariner Energy, a circa 100 miglia (180

Marea nera: dopo la Louisiana preoccupazioni anche in Cina

A Reggio Emilia un'altra tecnologia per liberare le coste dalla morsa del petrolio.

News luglio 2010

.

Golfo del Messico: la soluzione per la marea nera è barese

Un impianto progettato e brevettato da  Michele Sanseverino a Bari, è in grado di ripulire il Golfo del Messico dalla marea nera di petrolio. Senza l'uso di additivi chimici la OLISEP FLUIDOTER permette di separare dall'acqua e recuperare il cento percento  di greggio. Subito dopo l'incidente alla piattaforma petrolifera Sanseverino ha offerto a titolo gratuito l'uso dei propri macchinari. A quasi due mesi e mezzodall'incidente,  dagli Stati Uniti non ha ancora ricevuto nessuna risposta.

Guarda il video

News maggio 2010

.

PARTNERSHIP

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Può conoscere i dettagli consultando la nostra cookie policy.