Input your search keywords and press Enter.

Suzuka, la F1 onora il Giappone

Dopo il Motomondiale, anche la Formula 1 approda in Giappone, a Suzuka, un luna park con la pista intorno. Devastato dal terremoto e dallo Tsunami, ancora sotto shock per il disastro nucleare, sono state molte le iniziative di solidarietà agganciate al GP automobilistico. Una di queste è stata del pilota di casa Kamui Kobayashi che ha messo a disposizione a proprie spese pullman Hotel e posto tribuna per 60 persone della zona di Fukushima. Dopo l’abbandono di Honda,Toyota e Bridgestone dalla Formula 1, l’unico a tenere alto il nome del Giappone è rimasto il pilota della Sauber. La gara partita alle 8:00 ora italiana è stata vinta dall’inglese Janson Button su Mc Laren, secondo lo spagnolo Fernando Alonso su Ferrari, terzo il tedesco Sebastian Vettel. Il pilota della Red Bull si conferma, però, per il secondo anno consecutivo, con quattro gare di anticipo, il più giovane campione del mondo della storia della F1. Ben undici volte il Giappone ha laureato un campione del mondo.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *