Input your search keywords and press Enter.

SunLab 2012: per un design “nature inside”

SUN (Salone internazionale dell’Esterno. Progettazione, Arredamento, Accessori) è da 30 anni la fiera di riferimento mondiale nella filiera dell’outdoor: dall’idea al prototipo, dal progetto al prodotto, dal disegno al mercato. Anche quest’anno, dal 7 al 9 ottobre, la Fiera di Rimini ha aperto le porte per accogliere i progetti e i prototipi selezionati nell’ambito del concorso internazionale “SUNLAB: for a creative outdoor”, riservato ai giovani talenti (under 35) della progettazione di esterni, giunto ormai alla sua V edizione.
Il concorso, volto a mettere in mostra progettazioni non ancora in produzione, concetti inediti, scenari sperimentali pensati e realizzati da giovani designer italiani e stranieri e dagli studenti delle maggiori università di tutta Europa, ha confermato la propria capacità di porsi come libero spazio di ricerca e sperimentazione, una vetrina di prototipi e concept che narrano il desiderio di vivere in modo nuovo gli spazi aperti, il bisogno profondo di riappropriarsi del proprio tempo e dei propri spazi, la ricerca di un’autentica armonia con la natura e con l’ambiente.
Non a caso, il tema scelto per l’edizione di quest’anno è stato “Nature inside”, la “natura dentro”, insita nel prodotto, nell’idea, nel progetto. Un concetto di natura, dunque, declinato a 360°: come insieme di forme, colori e consistenze da cui trarre materiali e spunti per la progettazione, come costante richiamo estetico e formale, come risorsa da tutelare e salvaguardare attraverso l’adozione di stili di vita e di consumo sostenibili.

I progetti selezionati: quando la creatività si sposa con la sostenibilità.
Nell’anno in cui SUN celebra i suoi 30 anni di vita, l’attenzione di SUNLAB e dell’intera manifestazione fieristica non poteva che essere rivolta al futuro; un futuro che si vuole, appunto, sostenibile, green ed eco-friendly.
Ed ecco che i giovani talenti selezionati da SUNLAB 2012, questi intrepidi navigatori dell’immaginario, ci vedono in un futuro prossimo seduti su stravaganti pouf a forma di fungo (Mushpouf) o su comode tronco-sedute realizzate in sughero e giunco (Trunk-O), su sgabelli poggiati sui rami di alberi caduti (Patchwood) o su panche di legno tridimensionali perfettamente integrate con la natura circostante (Infinity Green).
Le nostre città e i nostri giardini saranno, invece, illuminati da eco-funghi multifunzione (Omphalux) o dallo sbocciare di eco-fiori luminosi di terracotta smaltata (Lumil), mentre a farci ombra provvederanno enormi petali colorati (Lisòtto) e potremo anche connetterci attorno a mini hub dal sapore boschivo (Wi-Fly). Persino fare la doccia diventerà una shower experience con Linfa o Snake e, se non troveremo dove sederci, avremo la nostra eco-panca/vaso autotrasportabile (Log Bench).
La natura rompe gli argini e nascono librerie vegetali (Concrete), panche in cemento e corten che sbocciano come petali di un fiore (Split), separé super-modulabili all’insegna dell’interior landscaping (Herb2), vasi-vetrina di grande eleganza e trasparenza (Leaf). Estremamente innovativi anche l’innesto del prato pixellato da montare in ambienti in&out (PixelPrato) e i piccoli orti idroponici da appendere in casa o in giardino (Bagplant).
Per non parlare delle innumerevoli soluzioni pensate per i nostri amici animali: graziosi nidi sospesi (Coque), pareti bird-friendly (Brick Biotope), cat-box modulabili e divertenti (Qcha), acquari multifunzione integrati a piccoli orti domestici, che coniugano riciclo e ricircolo dell’acqua (Aqua3).
E, allora, spazio ai giovani talenti che, con la loro capacità di abbracciare, dar forma e sostanza a visioni fluide, inedite e creative, hanno offerto, con le loro idee e i loro prototipi, le bozze di un progetto di futuro.

[nggallery id=181]

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *