Input your search keywords and press Enter.

Sul Gargano con la due ruote: al via il “Parkinbici”

Ai nastri di partenza per la prima pedalata ecosostenibile, il Presidente del Parco del Gargano Pecorella e il sindaco di Peschici Vecera

Quattro comuni del Gargano fanno “sistema” all’insegna della mobilità sostenibile. Si tratta dei comuni di Ischitella, Peschici, Rodi Garganico e Vico del Gargano che hanno varato il primo progetto di bike sharing intercomunale in Italia, che insiste sul territorio di un’area protetta, ovvero quella del Parco Nazionale del Gargano. Si tratta del progetto “Parkinbici”, fortemente voluto e realizzato dalla presidenza dell’Ente Parco per introdurre un nuovo concetto di mobilità lenta, che contribuisca alla riduzione del traffico cittadino e crei un rapporto più stretto e diretto con il territorio. Ad inaugurare il Parkinbici sono stati due ciclisti d’eccezione: il presidente dell’Ente Parco, Stefano Pecorella, ed il sindaco di Peschici, Domenico Vecera. Nell’occasione sono state allestite due postazioni di “bicigeneratori”, biciclette in grado di produrre energia elettrica sfruttando l’energia cinetica prodotta da chi pedala: in questo modo sono state confezionate fresche granite al limone garganico, a zero emissioni nocive, da offrire al pubblico.

Le granite ecosostenibili prodotte da bicigeneratori e fatte con gli agrumi del Gargano

La “rete” dei Comuni – Il sistema “Parkinbici” si basa su sei stazioni di deposito dislocate sul territorio e trentacinque biciclette elettriche (ovvero a “pedalata assistita”) che saranno messe a disposizione dei cittadini e dei turisti per effettuare suggestive escursioni o brevi spostamenti nel Gargano nord. Ciascuna postazione è attrezzata con pannelli fotovoltaici connessi in rete per l’alimentazione dell’impianto di pensilina fotovoltaica a copertura delle biciclette. La particolarità del servizio consiste nella possibilità di consegnare la bicicletta in una qualsiasi postazione aderente all’iniziativa e quindi anche in un posto differente da quello in cui la bici è stata prelevata: questo garantisce massima libertà agli utenti del “Parkinbici”, progetto che rientra nel progetto Bicincittà, network nazionale che raccorda circa 80 città italiane nel segno della mobilità sostenibile. Le biciclette elettriche “a pedalata assistita”, inoltre, aiuteranno anche i ciclisti meno allenati a superare le asperità e i dislivelli del territorio garganico.

L'arrivo della prima pedalata di Parkinbici

Abbonamenti e accesso al servizio – Sono al momento disponibili due diverse tipologie di abbonamento: una annuale, pensata soprattutto per i residenti, del costo di 30 euro (ma la somma comprende già 10 euro di traffico prepagato e 5 euro di quota assicurativa RCT), con gratuità prevista per le prime due ore di utilizzo del mezzo; l’altra tipologia, invece, è pensata per i turisti e può essere settimanale (costo della tessera 20 euro) o della durata di un week-end (costo della tessera 12 euro). Entrambe le tessere danno diritto a 4 ore “forfettizzate” al giorno di servizio, mentre l’assicurazione RCT è facoltativa. Il servizio sarà attivo tutti i giorni, dal lunedì al sabato, dalle ore 7 alle ore 23, e nel periodo estivo sette giorni su sette. La presenza strategica dei corner di vendita delle tessere e postazioni Parkinbici in prossimità delle stazioni ferroviarie è studiata per agevolare l’interscambio bici-rotaia e limitare, soprattutto per i brevi spostamenti, l’utilizzo della vettura. Per tutte le informazioni sulle tariffe, sulle modalità di erogazione del servizio e sui punti vendita delle tessere Parkinbici è possibile contattare il numero verde 800.654.214 o consultare i siti www.bicincitta.com o www.parcogargano.it.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *