Stazione di Bari, tamponi rapidi anticovid alla tensostruttura della Croce Rossa

All’inaugurazione, sabato mattina alle 10, ci sarà il sindaco di Bari Antonio Decaro. I costi saranno a carico della Croce Rossa grazie ad un contributo della Commissione Europea

Sabato mattina, alle 10, sarà inaugurata la tensostruttura della Croce Rossa Italiana che nei prossimi mesi ospiterà il progetto “Increasing Covid-19 Mobile Testing Capacities” presso la stazione centrale di Bari (zona piazzale Ovest).

Dopo aver avviato a metà aprile l’attività su Roma e Milano, la Croce Rossa Italiana ha deciso di estenderla ad altre dieci città italiane, fra cui Bari.

L’attività si protrarrà per tutta la stagione estiva e rappresenterà  un valido strumento sia per aiutare coloro che non possono sottoporsi a test di questo tipo per motivi economici, sia per supportare, al meglio e nel rispetto delle regole, i movimenti di persone legate ai flussi turistici.

Il progetto ha come obiettivo quello di rafforzare le capacità dei Paesi europei di tracciare il Covid-19 attraverso l’incremento del numero di tamponi rapidi effettuati gratuitamente. I costi sono sostenuti dalla Croce Rossa Italiana grazie al contributo della Commissione Europea (Direzione Generale per la Salute e la Sicurezza alimentare) che, attraverso un accordo con la Federazione Internazionale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa, ha destinato 35,5 milioni di euro alle attività di screening in sette Paesi europei (Austria, Germania, Grecia, Italia, Malta, Portogallo e Spagna) effettuate dalle rispettive Società Nazionali della Croce Rossa.

Articoli correlati