SS 16, stop alle code dal 15 giugno

statale 16
Statale 16 libera da cantieri e code lunghissime dal 15 giugno: un sogno? (Foto archivio Ruben Rotundo)

Maurodinoia: “I cantieri verranno smantellati dal 15 giugno ma nel frattempo Anas provveda ad attuare tutte le misure per segnalare la viabilità alternativa”

 

Se verranno rispettate le promesse, ancora un altro weekend di passione, poi dal 15 giugno la Statale 16 nel tratto tra Cozze e Polignano tornerà percorribile senza le lunghissime ed estenuanti code di questi ultimi mesi. E’ la decisione presa ieri  durante il Comitato operativo convocato dalla Prefettura di Bari per affrontare la questione dei disagi sulla Statale 16 Bari-Brindisi dai cantieri tra Cozze e Polignano.

Le richieste della Regione

“L’incontro è stato per noi l’occasione di rinnovare ad Anas la richiesta di adottare, senza ulteriore indugio, tutte le adeguate misure atte a garantire la fruibilità e la sicurezza della Statale 16 – ha detto l’assessore regionale ai trasporti Anita Maurodinoia, intervenuta al vertice –. Innanzitutto una idonea segnaletica di preavviso, come la segnaletica luminosa a messaggio variabile posta in modo da informare gli automobilisti provenienti da tutte le direzioni di marcia confluenti verso la Statale, e postazioni debitamente presenziate da personale Anas, al fine di indicare i percorsi alternativi che consentirebbero di evitare i tratti oggetto di intervento, quali le viabilità complanari, la Strada provinciale 240 (direzione Rutigliano, Conversano) e la Strada statale 172”.

L’assessore ai trasporti della Regione Puglia Anita Maurodinoia

Anas ha assicurato che smantellerà i cantieri di Cozze, Polignano e Fasano in direzione Sud il 15 giugno ripristinando la viabilità ordinaria su quattro corsie. Intanto già da questo fine settimana il cantiere tra Cozze e Polignano verrà ridotto di 2 km. Una buona notizia che però non deve fare dimenticare il weekend in arrivo deell’11 e 12 giugno affinchè non si ripeta quello che è successo ad esempio lo scorso 2 giugno, sia per i lavori in corso che per i chilometri di code sotto il sole cocente, che hanno determinato un serio danno d’immagine alla Puglia”.

LEGGI ANCHE: Statale 16, Stea “blocchi del traffico vergognosi”. Ma c’è uno stop

Maurodinoia: “Anas ci ha esclusi dalla pianificazione dei lavori”

“Ringraziamo la Prefettura per aver convocato questo tavolo, ma non possiamo non sottolineare che Anas avrebbe dovuto condividere anche con la Regione una pianificazione delle azioni finalizzate a evitare criticità, che era evidente si sarebbero create – aggiunge l’assessore -. Infatti le tre diverse ordinanze con cui la Società tra marzo e maggio ha prorogato l’ordinanza del 14 gennaio, con cui si ordinava il ‘restringimento carreggiata simmetrica, divieto di sorpasso per autoveicoli, limite di velocità di 50Km/h su SS 16 Adriatica dal km 828+900 al km 832+200’ con circolazione su un’unica corsia di marcia per carreggiata e conseguente chiusura di corsie di sorpasso, facevano presagire ritardi e intoppi che avrebbero arrecato disagi alla circolazione su una strada sempre trafficata e quotidianamente percorsa da mezzi pesanti, pendolari e con la bella stagione anche da turisti”.

La richiesta principale è dunque quella di un maggior coordinamento tra Anas e Regione Puglia in vista della ripresa dei lavori in autunno che interesseranno altri e più lunghi tratti della SS 16 in direzione Lecce, per affrontare insieme le criticità e gli imprevisti.

Articoli correlati