Spiagge per diversamente abili, Otranto c’è

spiaggia accessibile otranto
A Otranto una spiaggia nel cuore della città attrezzata per persone con disabilità

“Abil Beach” arriva a Otranto: spiaggia e città accessibili per persone con disabilità. Si potranno prenotare i servizi di balneazione direttamente online tramite una piattaforma digitale e usufruire, per la prima volta in Puglia, di attrezzature all’avanguardia

Per la stagione estiva 2021 l’Amministrazione di Otranto non rimane indietro sui temi delle disabilità e dei diritti umani. Dal 23 luglio  infatti, è attivo il progetto “Abil Beach”, ideato e progettato dalla cooperativa sociale L’Integrazione, specializzata nell’ambito delle disabilità e del tempo libero dal 2009, che si occuperà della gestione gratuita e dell’accessibilità di un tratto della spiaggia dei gradoni di Otranto, in via Lungomare Kennedy.

La finalità principale di questo servizio sarà quella di dare la possibilità a circa 5mila persone (tra persone con disabilità e loro accompagnatori) di fruire del mare idruntino supportati da personale qualificato come OSS ed educatori, in grado di servire assistenza agli ospiti e curare la fase di balneazione.

Strutture all’avanguardia

La cooperativa Beluga, che gestisce la spiaggia comunale, già da un paio di anni metteva a disposizione le sedie job per permettere l’accesso al mare. Ora la spiaggia è fornita di postazioni ombrellone, lettini comfort, sedie mare, spogliatoi accessibili e di altre attrezzature all’avanguardia che per la prima volta arrivano in Puglia, come ad esempio le sedie hippocampe: speciali carrozzine che possono essere usate al mare, in campagna o in montagna lasciando piena autonomia di movimento grazie alla loro leggerezza, facilità di trasporto e resistenza. Inoltre, a facilitare la deambulazione degli utenti in carrozzina e non, sarà predisposta una doppia passerella.

canoa attrezzata otranto
La canoa attrezzata che permetterà di esplorare il fondale marino di Otranto (foto Andrea Farenga)

Tra le attrezzature accessibili ci sarà anche una fantastica canoa trasparente volta a far vivere l’incredibile esperienza del mare aperto, tra sport e relax, ammirando la bellezza del fondale marino. Tra i servizi è presente anche quello di accoglienza da parte di operatori specializzati, come OSS e educatori, a supporto delle persone con disabilità per tutte le fasi di balneazione.

La gestione del lembo di spiaggia è stata concessa gratuitamente dall’amministrazione di Otranto, con la quale forte è stata la sinergia e la collaborazione per mettere in atto una concreta e reale inclusione sociale non solo per i cittadini locali, ma anche per tutti i turisti che sceglieranno il Salento come meta per le loro vacanze.

Il progetto “Abil Beach” nasce dall’esperienza di “AbilFesta”, il primo marchio di accessibilità registrato dalla Coop. Soc. L’Integrazione, in grado di supportare gli organizzatori degli eventi a delineare le linee guida per l’accessibilità dell’evento, consentendo alle persone con disabilità di muoversi in autonomia dalle proprie famiglie e, in caso di bisogno, di essere supportato da assistenti qualificati fin dalle prime fasi di prenotazione fino all’arrivo vero e proprio nell’area a loro riservata.

Non solo spiagge

Infatti, “Abil Beach” ben si integra nella più ampia e innovativa idea progettuale denominata “Abil Friends, l’intesa che libera l’esperienza” vincitrice del finanziamento del bando regionale Puglia Sociale-In Imprese sociali che consente, per la prima volta in assoluto, anche alle persone con disabilità di vivere esperienze al pari di tutti gli altri, in piena autonomia e libertà di scelta, indipendentemente dall’età anagrafica, rispondendo di fatto ad esigenze reali tutt’oggi latenti. A tal fine, fondamentale è stato il dialogo con le famiglie, persone con disabilità e loro car giver dalle cui testimonianze sono emerse delle vere e proprie richieste d’aiuto, lamentando la mancanza di servizi e opportunità a beneficio di persone che ogni giorno lottano con le loro fragilità e che rivendicano, com’è giusto che sia, la possibilità di vivere a pieno la propria socialità.

spiaggia accessibile otranto_2
La spiaggia sarà aperta al pubblico – con prenotazione – fino al 1° settembre, ma se ci saranno altre richieste continuerà ad essere operativa (qui un momento dell’inaugurazione)

In aggiunta ai servizi “da spiaggia”ce ne sarà uno completamente nuovo che darà l’opportunità, a chi lo desidera, di degustare un aperitivo o un cocktail con giro panoramico a bordo di una golf car elettrica attrezzata per il trasporto delle persone con disabilità. Il servizio consentirà di ammirare le bellezze culturali e architettoniche del territorio salentino, durante la stagione estiva ormai in corso a Otranto e durante gli altri mesi dell’anno a Lecce e/o città limitrofe.

L’aperitivo in Golf Car, tra le meraviglie della nostra Terra, permetterà di conoscerne la storia, le curiosità, le bellezze artistiche e paesaggistiche, di assaggiarne i sapori e ascoltarne i suoni, il tutto in pieno relax. Inoltre, su richiesta, sarà possibile prenotare tour accessibili alla comunità dei non udenti grazie alla presenza di Interpreti LIS. Infine, la scelta di un mezzo a impatto zero, rispetterà esigenze di sostenibilità ambientale.

Infine, la segnaletica in braille completerà Otranto nell’ambito dell’accessibilità consentendo anche alle persone non vedenti di orientarsi e reperire le informazioni necessarie.

Verso un turismo davvero accessibile

Ma niente viene lasciato al caso quando si parla di inclusione e innovazione. Infatti, i fruitori avranno facile accesso a tutte le informazioni, grazie all’allestimento di una piattaforma digitale, anch’essa accessibile, grazie alla quale potranno conoscere e prenotare i servizi offerti e organizzare con efficienza eventuali viaggi e spostamenti, anche da soli, senza essere necessariamente accompagnati da familiari e amici. Si tratta sicuramente di un passo avanti in linea con il cosiddetto turismo accessibile incentivando gli spostamenti turistici da parte di persone non salentine che, trovando la disponibilità di strutture e servizi del territorio, avranno la possibilità di viaggiare, alloggiare e prendere parte ad eventi in condizioni di autonomia e di sicurezza, senza incontrare problematiche o difficoltà varie.

“Abil Beach” nasce come prima sperimentazione stagionale che si concluderà ufficialmente il 1° settembre- salvo ulteriori prenotazioni – , ma si prevede una continuità nel tempo dei servizi erogati al fine di garantire e fidelizzare l’utenza locale, regionale e internazionale, facendo di Otranto un caso di studio, di esempio, in tema di apertura mentale, servizi e diritti a favore delle persone con disabilità. Sullo sfondo c’è la possibilità di replicare questo modello virtuoso in prima battuta sulle spiagge degli Alimini, e in un secondo momento in altre località del Salento, affinchè ognuno possa scegliere la “sua” spiaggia e sentirsi, come più volte hanno detto gli ospiti  del servizio durante l’inaugurazione di “Abil Beach” veramente liberi.

 

Articoli correlati