Sostenibilità, la buona pratica quotidiana di Acquedotto Pugliese

Al via la campagna di comunicazione di AQP:  nell’agro di Ostuni migliaia di ulivi vengono irrigati dall’acqua domestica purificata dall’impianto di depurazione

 

“Restituiamo alla terra la tua acqua domestica senza sprecare neanche una doccia”. Questo lo slogan della campagna di AQP che evidenzia quanto già da anni avviene nell’agro di Ostuni (Br), dove migliaia di ulivi vengono irrigati dall’acqua domestica purificata da un proprio impianto di depurazione. Una campagna che vuole condividere la cultura dell’acqua  che AQP condivide da 120 anni e che  passa ai giorni nostri da linee industriali solide e da un concreto piano della sostenibilità, con chiari obiettivi ed azioni da intraprendere da qui al 2024.

Il videoclip

Al centro, raccontato da una clip video e da immagini, il recupero ed il riutilizzo dell’acqua utilizzata nella quotidianità della vita. A far da sfondo l’agro di Ostuni (Br) dove un milione e cinquecentomila metri quadri di campagne, pari a 150 ettari coltivati in prevalenza ad uliveto ed in parte a seminativo e pascolo, sono irrigati grazie all’impianto di affinamento avviato all’esercizio da AQP nel 2008 e da allora sempre più migliorato. Da ultimo, a maggio 2019 sono stati ultimati lavori di potenziamento per un importo di 10,2 milioni di euro.

Il depuratore di Ostuni rientra in un progetto più ampio che coinvolge alcuni impianti di trattamento gestiti da Acquedotto Pugliese per migliorare la qualità delle acque in modo che possano essere riutilizzate per l’irrigazione o altri scopi. Tavoli tecnici stanno studiando la valorizzazione di 43 siti con questo obiettivo, oltre ai 230 interventi infrastrutturali diretti al miglioramento complessivo del settore delle acque reflue, tra cui il miglioramento dei processi, il potenziamento della capacità di trattamento, la riduzione delle emissioni di odori e la rifunzionalizzazione dei siti di smaltimento finali.

 

“La natura stessa del nostro Gruppo e del servizio che offriamo, la capacità di ridare e non sottrarre risorse al territorio, ci porta ad essere – sottolinea Francesca Portincasa, direttrice generale di AQPsempre più un Acquedotto sostenibile e circolare. L’acqua è per noi davvero un valore condiviso e per questo le azioni strategiche aziendali sono strettamente correlate ad obiettivi di sviluppo sostenibile, con una gestione che ci consente di migliorare le condizioni, sociali ed economiche, della comunità in cui operiamo, garantendo la disponibilità e la miglior gestione possibile dell’acqua”.

Il Piano di Sostenibilità, da cui nasce questa campagna di comunicazione, è una delle prime azioni programmatiche del nuovo CdA e rappresenta – sostiene Rossella Falcone, consigliera di Amministrazione di AQPil nostro impegno nel fornire obiettivi e criteri misurabili sull’operato di Acquedotto Pugliese nel migliorare le proprie attività applicando al settore idrico integrato i principi dell’economia circolare. Guardiamo alle persone, alla loro capacità di essere portatrici di sana innovazione, di recepire e dare buoni esempi se ben guidati e se ascoltati. Crediamo nel ruolo sociale del fare impresa e vogliamo affrontare le sfide, dall’ambiente all’economia ed al clima, avendo tra gli obiettivi più significativi da raggiungere quelli rivolti a garantire la gestione sostenibile, la riduzione dell’impronta ambientale e l’innalzamento della qualità del servizio”.

 Il piano di sostenibilità 2022-2024

 A fine dicembre 2021 il Consiglio di Amministrazione di Acquedotto Pugliese ha approvato il Piano di Sostenibilità dell’azienda, relativo al triennio 2022-2024. Sono stati individuati 26 obiettivi e 78 azioni che ricadono in tre macro aree: Ambiente, Qualità e Persone.

L’area Ambiente si declina nelle categorie: Climate Change, che comprende azioni finalizzate ad adattamento/mitigazione dei cambiamenti climatici e alla gestione sostenibile della risorsa idrica, ed economia circolare che prevede azioni finalizzate all’efficacia del sistema di gestione dei rifiuti.

Francesca Portincasa, direttrice generale di AQP: “L’acqua è per noi davvero un valore condiviso e per questo le azioni strategiche aziendali sono strettamente correlate ad obiettivi di sviluppo sostenibile”

L’area Qualità si declina nelle categorie: Innovation, con azioni finalizzate al perseguimento della sostenibilità e alla digitalizzazione e innovazione delle infrastrutture e dei servizi, e Supply chain che indica azioni finalizzate all’inserimento di processi sostenibili all’interno dell’intera catena di fornitura.

L’area Persone si declina nelle categorie: People innovation, che comprende azioni rivolte alla promozione del capitale umano, e Territorio che comprende azioni finalizzate alla promozione delle comunità di riferimento).

 

Acquedotto Pugliese, quale principale player a livello nazionale nel settore idrico integrato, tramite questo Piano ha inteso varare un nuovo modello di crescita sostenibile con azioni aziendali strettamente correlate all’Agenda 2030 ed agli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite (SDGs), ai Principi del Global Compact, a un costante impegno nel rispettare le Delibere Arera ed alla condivisione degli obiettivi della Strategia Regionale per lo Sviluppo Sostenibile (SRSvS).

 

Aqp è impegnato a costruire realtà tecnologiche sempre più avanzate, dai dissalatori a nuovi sistemi acquedottistici e, insieme, a rigenerare l’intera rete, in un’ottica di risparmio della risorsa e di rispetto per la natura. Depurazione e riutilizzo dei reflui costituiscono uno degli assi principali della strategia aziendale insieme alla produzione di energia elettrica pulita.

Articoli correlati