Input your search keywords and press Enter.

Sondaggio di Greenpeace sul tonno in scatola

Sono state 25 mila le risposte a “Tonno in trappola: Dì la tua”, l’iniziativa di Greenpeace, che ha dato la possibilità ai consumatori di esprimere la propria opinione sulla sostenibilità delle scatolette di tonno vendute in Italia. Dai dati è emerso che il nel 99% dei casi si chiede alle aziende di migliorare. Non si vuole tonno pescato con metodi che distruggono l’ecosistema marino e si pretende maggiore trasparenza.

Il sondaggio è stato lanciato insieme al rapporto “I segreti del tonno. Cosa si nasconde in una scatoletta?”, dove si denunciava come la maggior parte dei marchi presenti sul mercato italiano non offrisse alcuna garanzia né sul tipo di tonno portato in tavola, né sulla sostenibilità dei metodi di pesca utilizzati. «Il messaggio lanciato dai consumatori alle aziende – afferma Giorgia Monti, responsabile campagna Mare di Greenpeace Italia – è chiaro: non vogliono più essere complici ignari della distruzione del mare. È ora che il settore del tonno in scatola garantisca piena trasparenza, non utilizzi specie a rischio e si impegni a vendere solo tonno pescato in maniera sostenibile».

A breve Greenpeace pubblicherà la terza edizione della classifica “Rompiscatole” sulla sostenibilità delle scatolette di tonno vendute in Italia per far sapere ai consumatori se in questi due anni le aziende hanno fatto passi avanti in difesa del mare.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *