Input your search keywords and press Enter.

Somalia: allarme Onu per siccità

La siccità continua a mettere alla prova la Somalia. Una carestia senza precedenti, che aveva già posto in ginocchio gran parte del Paese, ora va a colpire anche la regione meridionale di Bay. Preoccupazione arriva intanto dall’Onu, che teme un’ulteriore estensione della carestia entro la fine dell’anno se non ci saranno interventi adeguati. Secondo l’Unità Analisi per la Sicurezza Nutrizionale delle Nazioni Unite, «nella regione di Bay nel sud della Somalia la malnutrizione acuta e il livello di mortalità hanno sorpassato la soglia della carestia». Ad oggi sono decine di migliaia le vittime della crisi alimentare nella regione e «oltre metà di questi sono bambini», è riportato nel rapporto dell’Onu. La regione di Bay ha una delle realtà più difficili del Paese, tra le roccaforti delle milizie islamiche degli Shebab e tra le zone maggiormente colpite da siccità e carestia. Inoltre le restrizioni imposte dai miliziani non permettono la distribuzione di aiuti da parte delle agenzie umanitarie internazionali. Un impedimento pesante dove, come ricorda ancora l’Onu, «4 milioni di persone soffrono in Somalia, con 750mila a rischio di morte nei prossimi 4 mesi in assenza di una risposta adeguata». E la scure della siccità non risparmia nemmeno i Paesi vicini – come Etiopia, Gibuti, Kenya e Uganda – per un totale di 12,4 milioni di persone colpite in tutto il Corno d’Africa.

Print Friendly, PDF & Email