Input your search keywords and press Enter.

SMYSLY: l’Alta Murgia attraverso i cinque sensi

Esplorare la natura e l’ambiente permette all’individuo di sviluppare la propria personalità. Le aree naturali protette rappresentano dei laboratori di solidarietà, formazione e sostenibilità: ciascun utente deve sentirsi incluso nell’ambiente circostante, rispettando l’ecosistema e le diversità del prossimo.

Da un gruppo di ragazze del nord-barese è nato il progetto SMYSLY (dal ceco sensi). Il Parco dell’Alta Murgia sarà teatro di esperienze multisensoriali: tavole tattili, percorsi uditivi ed olfattivi sveleranno aspetti del territorio che sfuggono agli sguardi più attenti. I percorsi si snodano lungo luoghi caratteristici quali Jazzo Zezza, Grave di Ferratella, Castello e Rocca del Garagnone, Pulicchio di Gravina.

Inclusione ed accessibilità sono le caratteristiche dell’esperienza SMYSLY. I percorsi sono dedicati a persone con ridotte capacità motorie o sensoriali, ma anche a coloro che vogliono scoprire il Parco in una maniera differente, attraverso i cinque sensi.

Per avventurarsi nei sentieri, i disabili motori hanno a disposizione una speciale attrezzatura: la joëlette (foto). Si tratta di una carrozzella da fuori-strada che ha una sola ruota, con sospensione e freno. La joëlette consente l’accesso a tutti i sentieri, anche scoscesi e inclinati, purché non presentino strettoie (inferiori a un metro) o sequenze di gradini più alti di 40-50 cm. La carrozzella è condotta da due accompagnatori: l’escursione nel Parco avviene così in maniera condivisa e solidale.

SMYSLY è stato vincitore di Principi Attivi 2012, bando della Regione Puglia per lo sviluppo e la salvaguardia del territorio. Partner del progetto: Parco Nazionale dell’Alta Murgia, Legambiente Puglia, Coldiretti Puglia.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *