Input your search keywords and press Enter.

Smart City, i giovani e le città del futuro

Amano vivere la città, ma la sognano green e a misura d’uomo, predicano il Wi-Fi libero e auspicano trasporti pubblici efficienti, ma a risparmio energetico. Questo è quanto emerge da uno studio NTT DATA, condotta in collaborazione con il Liceo Scientifico Albert Einstein di Milano, per indagare il rapporto tra i giovani e le Smart City, le città intelligenti del prossimo futuro.

Il laboratorio d’innovazione ha consentito a cinque giovani studenti del liceo di effettuare uno stage presso la sede di Milano, allo scopo di progettare il concept di due diverse applicazioni mobile per i servizi fruibili dai cittadini.

Non rinunciano allo smartphone (lo possiede l’85% del campione) ma mettono ai primi posti dei loro desideri la creazione di “infrastrutture per migliorare la vita dei cittadini” (64%), mezzi pubblici intelligenti (55%), energia green (54%) e auto elettriche (49%). Gli intervistati si aspettano che le applicazioni mobili del futuro riescano a fornire informazioni quelle relative alla situazione del traffico in tempo reale (51%), agli orari di treni e metro (49%) e, dato decisamente meno scontato, alle colonnine per ricaricare le auto elettriche (45%); subito a seguire, il 38% del campione vorrebbe incrementare il servizio di bike sharing (38%) e di car sharing (35%).

L’indagine di NTT DATA ha messo in luce anche la fame di connessione che caratterizza le nuove generazioni: l’82% del campione vorrebbe trovare il Wi-Fi gratuito nei locali pubblici, alla stregua di tutte le più importanti capitali europee. Tutto questo con l’obiettivo di interagire ed essere sempre aggiornati, ma anche di poter condividere e “fare gruppo”: il 37% auspica la creazione di community a livello di quartiere, mentre il 29% apprezzerebbe la creazione di uno specifico sportello comunale (magari virtuale) dedicato alla raccolta di idee per la città (29%).

L’esigenza di poter contare sul Wi-Fi gratuito torna alla ribalta anche quando gli intervistati sono stati chiamati a dare suggerimenti per l’Expo 2015 di Milano. Oltre la metà del campione suggerisce, infatti, di puntare su servizi online dedicati all’intrattenimento e al turismo: siti di interesse a Milano e dintorni (62%), locali e luoghi di svago (60%) e informazioni su hotel e pernottamenti (48%).

Sempre in ambito Expo 2015, i giovani suggeriscono di investire suii servizi di car sharing (50%) e bike sharing (45%), magari mettendo a disposizione veicoli eletttrici. Alcuni intervistati caldeggiano addirittura la possibilità di studiare un’applicazione che consenta di organizzare il car sharing tra utenti della Rete, per condividere i costi degli spostamenti e contribuire a snellire l’aumento di flusso automobilistico.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *