Input your search keywords and press Enter.

Smaltimento fotovoltaico: il gap nella normativa

Almeno mille le tonnellate di pannelli solari in attesa di essere smaltite e rimaste in fondo ai magazzini. Il dato è riportato da Ecolight, consorzio che si occupa della gestione di RAEE (rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche), pile e accumulatori. «Ci troviamo davanti ad una montagna di rifiuti per i quali non esiste ancora una normativa precisa», sottolinea il direttore generale di Ecolight, Giancarlo Dezio. Il decreto del 5 maggio 2011, riferito al quarto conto energia, ha sancito l’obbligo per i soggetti responsabili di dotarsi di un canale corretto di smaltimento per tutti gli impianti che entreranno in funzione dal prossimo 30 giugno, pena la non concessione dei contributi di incentivo. «I soggetti responsabili, ovvero i produttori e gli importatori, sono chiamati ad aderire ad un consorzio che garantisca il riciclo dei moduli fotovoltaici al termine della loro vita – spiega Dezio -. Viene introdotto il principio secondo il quale chi inquina paga. Per ottemperare questo principio, il finanziamento e l’organizzazione della raccolta e del trattamento sono posti in capo ai produttori».

Print Friendly, PDF & Email