Input your search keywords and press Enter.

Slow Food celebra la Lucania

Unica regione d’Italia a doppia denominazione, Basilicata o Lucania, è una terra dove trovare tracce importanti lasciate sia dalla natura, sia dall’uomo, che si perdono nel tempo. Cinquanta percento di monti, il quaranta circa di colline, il restante dieci è pianura che si abbraccia al mare, questa terra prese il nome di Lucania dal “lucus”, per gli antichi Romani “bosco sacro”, o perché abitata dai “Liky”, antico popolo proveniente dall’Anatolia, o ancora da un popolo guerriero che seguiva la luce del sole, anticamente “luc”.

I suoi abitanti ancora oggi preferiscono essere chiamati Lucani piuttosto che Basilischi o Basilicatesi.

Chiamata Basilicata per la prima volta in un documento del 1175, probabilmente dal nome di “Basiliskos”, amministratore bizantino, le sue bellezze naturali e le suggestive le cittadine fanno venir voglia di conoscerne meglio la storia e le tradizioni a cominciare da Matera (nella foto di copertina i famosi “Sassi”), “Capitale europea della cultura 2019”.

A Brienza una delegazione di Slow Food Bari ha di recente trascorso un bellissimo week-end ospitata nella dimora storica “La voce del fiume”, gestita dalla brava Rocchina Addobbato. Diversi i prodotti agroalimentari e vini interessanti, alcuni di grande pregio, messi a disposizione dei vino likospresenti. 
Per questo motivo, la condotta Slow Food Bari dedica una serata alla enogastronomia lucana.

Beppe Schino, gastronomo e gestore dell’Osteria PerBacco, via Abbrescia, 99 Bari,
insignito della “Chiocciola” dai selezionatori della guida delle Osterie, edita da Slow Food Italia, propone una cucina con riferimenti base di quella lucana: peperoni cruschi, il salame “pezzente” cucinato a ragù per condire la pasta tipica e il caciocavallo.

Clou della serata i vini Shekar, Mos e il prestigioso Likos dell’azienda “Vigne Mastrodomenico”, tra i migliori che il ricco patrimonio enologico regionale possa offrire ai degustatori. A presentare il nettare di Bacco Emanuela, erede di quarta generazione e giovane imprenditrice, insieme con l’enologo Cristoforo Pastore che la accompagna nella cura della sua cantina.

Appuntamento il 22 gennaio 2016, alle ore 20 e 30 all’0steria PerBacco, via Abbrescia, 99 Bari.

Info e prenotazioni presso slowfoodbari@gmail.com

o presso Osteria PerBacco tel. 0805588563 – 3478957737

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *