Input your search keywords and press Enter.

Sistri: entro febbraio per mettersi in regola

A febbraio ripartirà il Sistri, il sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti. La data di scadenza per l’entrata in vigore, fissata al 9 febbraio 2012 (2 giugno 2012 per le aziende con meno di 10 dipendenti), è dunque «improrogabile», come non tarda a definirla il ministro all’Ambiente Stefania Prestigiacomo. Il Sistri partirà dunque dopo un iter di alti e bassi «che ha visto molte resistenze dovute soprattutto a una sorta di allergia ai controlli da parte delle aziende», fa sapere il ministro. Escluse ulteriori proroghe «anche se – precisa la Prestigiacomo – ci mettiamo a disposizione per valutare ulteriori semplificazioni del sistema, che però non può essere annullato facendo così un grande regalo alla criminalità organizzata. Il Sistri – assicura il ministro – sarà più semplice di quello che si pensa, sicuramente più facile da utilizzare rispetto al modulo cartaceo che consente abusi difficili da rintracciare». Ad oggi, il Sistri è costato 5 mln di euro, quelli stanziati dal precedente Governo, più i 70 mln spesi dalle aziende per abbonarsi e acquistare i macchinari indispendabili dalla Selex: le chiavette Usb e le black box. Sono 325.470 i soggetti già iscritti, 504mila le Usb e quasi 90mila le black box acquistate.

Print Friendly, PDF & Email