Input your search keywords and press Enter.

Silenzio venatorio in Gargano, CFS coglie bracconiere in flagranza di reato

Gli uomini del Comando Stazione del Corpo Forestale dello Stato di Cagnano Varano (FG), impegnati in operazioni volte a far rispettare l’obbligo di silenzio venatorio, hanno colto in flagranza di reato e denunciato un bracconiere che svolgeva attività venatoria con richiami elettro-acustici, vietati dalla legge, per attirare la fauna migratoria. L’apparecchio di richiamo e il fucile con le sue munizioni sono stati posti sotto sequestro penale probatorio (foto).

Le attività antibracconaggio hanno portato i forestali ad elevare sanzioni amministrative per mancanza di documenti venatori, mancato recupero dei bossoli delle cartucce, omessa annotazione sul tesserino venatorio della giornata di caccia, omessa registrazione dei cani da seguita presso l’anagrafe canina o mancato pagamento delle tasse di concessione governative e regionali.

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *