Ambiente: convezione tra Regione Puglia e forze dell’ordine

E’ stata siglata la convenzione tra Regione Puglia e forze dell’ordine per la tutela del territorio. Si tratta di uno strumento efficace di repressione dei crimini ambientali che il Governo regionale sottoscrive dal 2007 con Guardia di Finanza, Noe dei Carabinieri, Corpo Forestale dello Stato, Arpa e Cnr. Fino ad oggi, infatti, sono stati sequestrati 1.745 siti.

“Sono il migliore esempio – ha commentato Lorenzo Nicastro, assessore all’Ambiente della Regione Puglia – dell’attenzione ed efficacia di questo strumento di controllo. E’ un lavoro certosino e di costante presenza sul territorio da parte delle forze dell’ordine e di supporto tecnico-scientifico dell’Arpa e del Cnr che ci permette di proseguire nel nostro compito istituzionale di tutela e preservazione del nostro territorio”.

L’obiettivo per il biennio 2012-2013 è di completare il censimento delle grotte e delle cavità carsiche ed artificiali (spesso utilizzate per lo smaltimento di rifiuti sanitari, tossici e nocivi o per il deposito temporaneo di armi e droghe). I primi risultati dell’attività dell’Osservatorio Regionale Rifiuti sono stati la costituzione di una Anagrafe dei siti da bonificare e l’implementazione di un sistema di monitoraggio sociale in cui i cittadini potranno segnalare gli smaltimenti illeciti direttamente via web su supporto cartografico ed aerofotogrammetrico.

“E’ venuto il momento – ha concluso Nicastro – di mettere in campo strumenti normativi più efficaci per rendere più incisivo il perseguimento dei reati in materia ambientale”.

Articoli correlati